annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
15 Novembre 2017

Piante di casa: come prendersene cura

salva

Le piante verdi fanno bella mostra di sé nella nostra casa, nel salotto o in altre stanze della casa, nell’ingresso, in veranda, in cucina e anche in bagno! Ravvivano la casa in questo periodo freddo e buio dell’anno, arredando angoli spogli. Ma quali sono le cure necessarie per mantenerle belle e sane? Ecco alcuni consigli per curare le piante di casa.

 

La posizione

Le piante  di casa devono essere mantenute lontane da termosifoni, condizionatori o altre fonti di calore o spifferi d’aria. La maggior parte di esse richiede luce: posizionatele in una zona luminosa della casa, ma mai sotto i raggi diretti del sole che filtrano attraverso le finestre!

 

Le bagnature

Non esagerate mai con le bagnature: il terriccio deve essere sempre leggermente umido, ma non troppo zuppo. Sentite sempre col dito le condizioni del terreno.

Favorite un buon drenaggio dell’acqua nel terreno ponendo sempre sul fondo del vaso dei cocci rotti o uno strato di un paio di cm di argilla espansa. Utilizzate inoltre sempre i sottovasi, per raccogliere l’eventuale acqua in eccesso che defluisce attraverso i fori sul fondo del vaso.

 

Il concime

Per rinvigorire piante un po’ indebolite, o meglio, per evitare che si indeboliscano e per far sì che siano sempre belle verdi e rigogliose, fornite regolarmente un buon concime specifico per piante verdi d’appartamento. Ne esistono di diverso tipo, ma quelli più comodi sono quelli in formato liquido, da diluire in acqua alle dosi indicate in etichetta e da fornire tramite l’innaffiatoio.

 

Le foglie

Per mantenere le foglie sempre belle e lucide, inoltre, utilizzate un prodotto lucidante fogliare: sono in formato spray, da spruzzare omogeneamente sulle foglie seguendo le indicazioni e i consigli forniti in etichetta.86 cura piante casa (2) pixabay.jpgCurare le piante di casa

Le malattie delle piante di casa 

Date sempre una controllatina alle vostre piante di casa: sintomi iniziali di malattia o presenza di insetti, se scovati immediatamente, potranno essere sconfitti facilmente senza arrecare danni alla pianta. Lo stato sanitario delle piante andrebbe controllato quotidianamente!

 

Malattie fungine

Tra le malattie fungine che colpiscono le nostre piante di casaPythium e Phytophtora, provocano l’insorgenza di marciumi basali alle zone del colletto e del fusto, a contatto con il terreno umido. Il loro sviluppo viene causato prevalentemente da eccessi di bagnature e insufficiente drenaggio dell’acqua nel terriccio. Non esagerate mai con l’acqua!

Funghi del genere Septoria si sviluppano generalmente in zone limitate della pianta: in questo caso è possibile cercare di salvare almeno le parti ancora sane della pianta, eliminando le porzioni di pianta che presentano le tipiche macchie brunastre sulle foglie. Quest’operazione va fatta con molta attenzione… Quindi, non appena si nota la presenza di ingiallimenti e macchie fogliari, è bene intervenire prontamente somministrando un prodotto fungicida specifico.

 

Insetti

Gli insetti si nascondono sempre nelle zone più nascoste e protette della pianta: osservate minuziosamente ogni parte della pianta per scovarne la presenza. Le cocciniglie ad esempio (sia quelle cotonose che quelle scudettate) sono insetti molto diffusi sulle piante d’appartamento: succhiano la linfa della pianta, indebolendola. Il principale indizio della loro presenza è la “melata”, una sostanza trasparente e appiccicosa che secernono e che imbratta le foglie; su di essa si sviluppa, poi, la “fumaggine”, un sottile strato di funghi neri che si sviluppano su questa secrezione zuccherina. Per eliminare le cocciniglie, munitevi di pazienza e di un batuffolo di cotone inumidito con acqua e alcol con cui aiutarvi ad eliminarle una ad una manualmente. Nel caso di forti infestazioni, invece, sarà necessario munirsi di un prodotto anticocciniglia, preferibilmente spray di pronto uso, a base di olio minerale. Il prodotto va spruzzato bene su tutta la pianta, anche nelle zone più nascoste e nella pagina inferiore delle foglie.

 

Acari

Anche gli acari sono molto diffusi sulle piante d’appartamento; il più conosciuto è il ragnetto rosso, Tetranycus urticae. La sua presenza è spesso accompagnata dalla comparsa di sottilissime ragnatele tessute sulle foglie o in altre zone della pianta. Il ragnetto rosso succhia la linfa dai tessuti della pianta indebolendola. Determina la comparsa di scolorimenti delle foglie e di piccole punteggiature. Un prodotto acaricida specifico, anche in questo caso preferibilmente in formato spray, spruzzato su tutta la vegetazione risolverà il problema in maniera efficace.

 

 

Hai realizzato un progetto anche tu? Mostraci le tue creazioni e con i concorsi puoi vincere fino a 200€. Scopri i concorsi attivi in questo momento