annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
13 Maggio 2018

Orticola 2018: tante idee per giardini e balconi di casa

Sono anni, ormai, che nel mio giardino la primavera inizia ufficialmente il secondo week end di maggio. Stranezze astronomiche? Niente affatto: semplicemente aspetto l’apertura di Orticola, storica mostra-mercato milanese, per ascoltare i preziosi consigli degli esperti vivaisti e lasciarmi ispirare dagli allestimenti dei loro stand. Passeggiare tra le incantevoli fioriture dai profumi inebrianti risveglia la creatività e accende mille idee per trasformare qualsiasi giardino o terrazzo in un vero e proprio angolo di paradiso. Non è necessario avere grandi spazi, né tantomeno un budget elevato: servono solo passione e tanta fantasia…e la nostra oasi green ci ripagherà con coloratissimi trionfi floreali, gioia per gli occhi e per il cuore.ANGOLO DI PARADISO.jpgUn angolo di paradiso - Federica Cornalba

L’angolo relax

Per creare un salottino intimo e accogliente, bastano qualche poltrona e un tavolino: l’importante è che siano letteralmente immersi nella vegetazione! Se li scegliamo colorati e contemporanei, possiamo circondarli di attualissime graminacee che hanno chiome vaporose in molteplici tonalità di verde. Se invece vogliamo ottenere un’atmosfera fusion dal sapore esotico, allora possiamo optare per arredi intrecciati dall’aspetto più naturale, e utilizzare piante come il papiro, le numerose varietà di Carex e di Colocasia, e qualche Iris ensata dal colore blu intenso.

Qualunque sia l’immagine che vogliamo dare al nostro angolo relax, pochi elementi ben studiati e la giusta vegetazione andranno a creare una vera e propria stanza a cielo aperto in cui passare momenti di meritata tranquillità.ANGOLO RELAX.jpgRelax tra le fronde - Federica Cornalba

L’aiuola sul terrazzo

Possiamo creare delle aiuole rigogliose anche se non abbiamo a disposizione un vero e proprio giardino. Come fare? È sufficiente disporre i vasi come preferiamo, magari ad altezze differenti per movimentare ancora di più la composizione, e poi mascherarli con una bordura in rotolo che permette di seguire in maniera armoniosa la loro disposizione. Si ottiene così l’effetto di un parterre denso e variopinto che può dare anche a un piccolo balcone l’aspetto di un esuberante giardino. Potremo utilizzare felci e graminacee per creare la struttura di base della nostra aiuola, e poi aggiungere qualche perenne dal portamento eretto e dalla sgargiante fioritura per dare il contrappunto cromatico all’insieme: Gaura, Agapanthus e Anemone completerebbero la combinazione in maniera perfetta! BORDURA.jpgIl morbido profilo delle bordure - Federica Cornalba

Al riparo da sguardi indiscreti

Per riparare il nostro spazio verde da sguardi indiscreti e avere così un po’ di privacy, frangivista e divisori sono sicuramente la soluzione migliore. Possiamo scegliere elementi di produzione, oppure costruirli con le nostre mani. In questo caso, delle canne di bambù andranno a formare la struttura portante alla quale ancorare reti ombreggianti o arelle. Per addolcire la linearità dei frangivista e dar loro un tocco di originalità, si possono posizionare capienti fioriere di diverse dimensioni, magari realizzate con pannelli in legno verniciato. Riempirle sarà facile, e se lasciamo le piante in vaso, potremo anche dar loro una veste nuova in ogni stagione: ellebori in inverno, peonie e iris in primavera, ortensie in estate ed Euchera in autunno…e magari anche un piccolo orto con tanti frutti di bosco! Di necessità, virtù: la protezione della privacy diventa occasione per dare stile e personalità al nostro spazio verde. FIORIERE E FRANGIVISTA.jpgPrivacy e tanto colore - Federica Cornalba

Con il naso all’insù

La tradizione del kokedama arriva dal Giappone, e sebbene si tratti di un antichissimo metodo di coltivazione in assenza di vaso, oggi è una vera e propria tendenza. Eterei giardini sospesi compaiono nelle location più alla moda, ma anche noi possiamo creare la nostra rilassante oasi sotto-sopra! Se abbiamo la fortuna di possedere un terrazzo coperto o una pergola, basterà appendere, ad altezze diverse, delle sospensioni in metallo o rattan e riempirle con lussureggianti piante ricadenti come il convolvolo (per esposizioni in ombra o mezz’ombra) o l’Erigeron karvinskianus. Stare sul divanetto a leggere un libro o pranzare tutti insieme attorno al tavolo diventerà un’esperienza magica e gli sguardi andranno in su…dove fiori colorati e foglie dalle mille forme ci mostreranno un giardino tutto nuovo. GIARDINO SOSPESO.jpgGiardino sospeso - Federica Cornalba

Sogni, ispirazioni e passione sono gli ingredienti fondamentali per il giardino perfetto. Perché non ci racconti come immagini la tua oasi verde?

 

Hai realizzato un progetto anche tu? Mostraci le tue creazioni e con i concorsi puoi vincere fino a 200€. Scopri i concorsi attivi in questo momento