annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
8 Febbraio 2018

Mettere a dimora una rosa in 6 passaggi

salva

L’inverno sta volgendo al termine e la nostra mente è già rivolta alla primavera, al risveglio della natura e alle splendide fioriture che il giardino ci regalerà, come ogni anno… non ne vediamo l’ora!

Tuttavia c’è un angolo del giardino che ci sembra un po’ spoglio… in posizione soleggiata e protetta: perché non mettere in terra una bella rosa? A cespuglio o rampicante, dipende dalle caratteristiche dello spazio che abbiamo a disposizione a dalla presenza o meno di tutori o di un muro o cancellata al quale farla arrampicare durante la crescita.

 

Come procedere?

Come prima cosa, rechiamoci al vivaio e scegliamo la rosa che più ci piace, rosa, rossa, gialla, bianca, screziata… a fiore grosso o piccolo, profumata o no; la scelta è molto ampia e sarà sicuramente difficile! Gli ibridi di oggi sono quasi tutti rifiorenti, e ci regaleranno una fioritura continua per tutta la bella stagione, dalla primavera fino alla fine dell’estate.

Scegliamo la rosa che più ci piace da mettere a dimora nel nostro giardino...Scegliamo la rosa che più ci piace da mettere a dimora nel nostro giardino...

Nel vivaio potremo trovare rose in vaso o rose a radice nuda, con il pane di terra avvolto in un telo di juta o di plastica, più comode da portare a casa e mettere a dimora.

 

Una volta giunti a casa con la nostra nuova rosa, le operazioni da fare sono le seguenti:

 

  1. Nel caso di rosa a radice nuda, liberiamo il pane radicale dall’involucro, allarghiamo un po’ le radici e mettiamole a bagno in un secchio con un po’ di acqua.
  2. Nel frattempo, scaviamo la buca: per fare questo utilizziamo una pala. La buca deve essere profonda circa 50cm e larga altrettanto. Sul fondo mettiamo uno strato di pochi cm di terriccio misto a concime organico a lento rilascio, servirà alla pianta per avere l’energia sufficiente ad affrontare la ripresa vegetativa nel suo nuovo alloggio.
  3. A questo punto, appoggiamo la pianta nella buca: attenzione a sistemarla in modo che la zona del colletto (ovvero il punto dove finiscono le radici e inizia il fusto) sia alla giusta altezza; non troppo basso e immerso nella terra, né troppo alto. Regoliamo, dunque, la giusta altezza inserendo il quantitativo di terra necessario.
  4. Manteniamo la pianta ben dritta nella sua buca: aiutiamoci inserendo un tutore (canna o bastone) al quale sostenerla.
  5. Infine colmiamo la buca con terriccio di tipo universale e premiamo bene ai bordi della pianta, con i piedi, così da compattare bene la terra e farla ben aderire all’apparato radicale.
  6. Innaffiamo bene subito dopo.

 

Ora la nostra nuova rosa è ancora in riposo vegetativo, ma non manca molto che si risvegli emettendo i primi germogli, le nuove foglioline e i boccioli, per regalarci una bellissima fioritura con l’arrivo della primavera.

 Rose fiorite!Rose fiorite! 

 Se volete sapere come potare le vostre rose, leggete questo articolo, o anche questo.

Se volete proteggerle da insetti, quali gli afidi, leggete qui.

Hai realizzato un progetto anche tu? Mostraci le tue creazioni e con i concorsi puoi vincere fino a 200€. Scopri i concorsi attivi in questo momento