annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
6 Dicembre 2017

Fiorisce la camelia invernale

salva

Forse non tutti sanno che esiste una specie di camelia che fiorisce in inverno. Siamo tutti abituati a pensare alla classica camelia (Camelia japonica) che fiorisce a primavera, ma ne esiste un’altra specie, Camelia sasanqua, che apre i suoi fiori durante la stagione fredda, regalandoci un tocco di colore e allegria in un periodo solitamente freddo e spento.

Una vera esplosione di colore, tra dicembre e febbraio, che va a creare una gradevole macchia cromatica nel giardino spoglio o, coltivata in vaso, anche sul terrazzo o balcone.

fiorisce camelia invernale_pixabay (2).jpg(foto Pixabay)

La camelia invernale

La camelia invernale, originaria del Giappone, è una specie molto facile da coltivare. Resiste molto bene al freddo, anche a temperature inferiori a zero.

La bellezza di questa pianta non è dovuta solo alla fioritura, ma anche alla sua folta chioma, sempreverde, composta da foglie ovali di consistenza coriacea, di un brillante verde lucido.

E’ un arbusto di medie dimensioni, che raggiunge solitamente i 3-4 m d’altezza massimo.

fiorisce camelia invernale.JPG

 I fiori possono essere a corolla semplice o anche doppia. Hanno petali color rosa, porpora o anche bianchi, con al centro gli stami gialli.

fiorisce camelia invernale_pixabay (3).jpg(foto Pixabay) 

Come si coltiva?

Ricordatevi che la camelia è una pianta di tipo acidofilo: vuole, dunque, un terriccio a reazione acida, venduto in sacchi di diverse dimensioni. Lo stesso deve essere sciolto e ben drenante. Sul fondo del vaso disponete uno strato (2-3 cm) di argilla espansa o ghiaia, così da favorire lo sgrondo dell’acqua in eccesso nel vaso.

Utilizzate un vaso in coccio di grosse dimensioni, sufficiente ad accogliere la pianta.

Per nutrire al meglio la pianta, renderla più forte e vigorosa, somministrate un concime specifico per piante acidofile, da distribuire seguendo sempre le dosi indicate sull’etichetta del prodotto acquistato, ogni 10-15 giorni in primavera e in autunno.

Uno strato di “bark” (substrato composto da frammenti grossolani di corteccia) distribuito in superficie, sarà utile come pacciamatura: eviterà la formazione di erbacce e manterrà il terreno sottostante al giusto grado di umidità e temperatura.

 

Coltivate la camelia in una zona ben luminosa, preferibilmente a mezz’ombra. Meglio in una posizione riparata dal vento. La camelia soffre il caldo eccessivo e l’irraggiamento diretto nelle ore più calde del giorno; preferisce un clima fresco e umido.

 

Le varietà di camelia invernale presenti sul mercato oggi sono molte, grazie anche al lavoro di ibridazione svolto dai vivaisti specializzati. Sono stati ottenuti ibridi caratterizzati da fiori con colorazioni e variegature nuove, oltre che dimensioni diverse e vigoria. Scegliete quella che più vi piace!

 

 

 

Hai realizzato un progetto anche tu? Mostraci le tue creazioni e con i concorsi puoi vincere fino a 200€. Scopri i concorsi attivi in questo momento