annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
28 Giugno 2018

Consigli per coltivare l’Aloe vera, pianta bella e benefica

salva

Un’Aloe non può mancare in giardino!

Oltre ad essere una bella pianta (il suo fiore è un vero spettacolo della natura!) è anche utile!

 

aloe-vera-plants-pixabay.jpgSplendide le foglie succulente dell'Aloe! - foto Pixabay

 Come si presenta?

L’Aloe è una pianta grassa caratterizzata da foglie succulente disposte a rosetta. Sono foglie lanceolate, appuntite, con i margini dentellati, lunghe circa 50cm o poco più, di colore grigio-verde e aspetto vellutato.

 

aloe-vera_pixabay.jpgUna piantina giovane in vaso - foto Pixabay

 A primavera inoltrata rimarrete a bocca aperta per la sua vistosa fioritura!

Dal centro della rosetta si innalza una lunga infiorescenza, composta da tanti fiorellini tubulari di colore giallo. 

 

aloe vera_fiore_pixabay.jpgLa fioritura dell'Aloe lascia a bocca aperta! - foto Pixabay

 Come si coltiva?

L’Aloe vera (famiglia delle Aloaceae) è una pianta grassa molto rustica, che vive davvero con pochissime cure; potrete permettervi anche di dimenticarvi di bagnarla e lei vi darà comunque soddisfazioni!

Ricordatevi, però, di fornirle le condizioni climatiche giuste per vivere: come tutte le piante grasse, infatti, richiede tanto caldo e sole. Sistematela, quindi, in una posizione del giardino dove possa prendere tanto sole.

Meglio se vivete in una zona a clima mediterraneo, in un’area costiera. Il clima freddo del nord non le piace particolarmente e morirebbe di gelo: se vivete in un’area fredda, tuttavia, potete coltivarla in vaso e riporla in casa davanti ad un vetro, o in serra, durante l’inverno.

aloe_daniela villasanta.JPGIn inverno, proteggete le Aloe dal freddo - foto dell'autrice

 Utilizzate un vaso in terracotta di grosse dimensioni, poiché l’Aloe ha un apparato radicale voluminoso, che richiede spazio. Inoltre, il vaso in coccio è più pesante e quindi stabile. E’ necessario che sul fondo del vaso vi siano i fori per permettere il drenaggio dell’acqua. Inoltre, vi consiglio di porre uno strato di 2-3 cm di ghiaia o argilla espansa, sempre per favorire il drenaggio. Come terriccio, procuratevi terra specifica per cactaceae.

L’Aloe apprezza particolarmente terreni aridi, poveri e sassosi, ben drenanti. Non bagnatela troppo, mi raccomando, poiché soffre gli eccessi e i ristagni idrici con il rischio di marcire. Bagnatela solo durante il periodo estivo, quando il terreno appare particolarmente asciutto; in inverno potrete interrompere del tutto gli interventi irrigui.

Durante l’estate, potrete aiutare la pianta somministrandole un prodotto fertilizzante specifico per piante grasse, seguendo le dosi e le modalità indicate sull’etichetta del prodotto.

 

Conoscete gli aspetti benefici dell’Aloe?

Questa pianta racchiude un prezioso alleato per la nostra salute!

Le sue foglie succulente contengono una sostanza gelatinosa ricca di proprietà curative, già note e sfruttate dagli antichi egizi: proprietà disintossicanti, antinfiammatorie e lenitive! Utilizzate questo gel per curare la pelle irritata, escoriata o ustionata, ne trarrete un effetto benefico, provate!aloe vera_pixabay.jpgIl gel contenuto nei tessuti delle foglie ha proprietà benefiche - foto Pixabay

 

 

 

Hai realizzato un progetto anche tu? Mostraci le tue creazioni e con i concorsi puoi vincere fino a 200€. Scopri i concorsi attivi in questo momento