annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
13 Marzo 2018

Come scegliere il concime più adatto alle vostre piante

salva

Ve ne intendete di concimi? E’ proprio questo il periodo più indicato per concimare le vostre piante, di ogni tipo: le piante verdi che avete in casa, i piccoli arbusti ornamentali del giardino, tra cui le specie acidofile (azalee, rododendri, …), in vaso o in piena terra, le piante grasse, le orchidee, e tante altre!

Non dimenticatevi del prato: anche lui ha bisogno di essere concimato!

Non solo le piante, ma anche il prato va nutrito!Non solo le piante, ma anche il prato va nutrito!

 

Il periodo di riposo invernale è ormai finito, finalmente arriva la bella stagione! Anche le piante sorridono, si risvegliano dal lungo torpore e riprendono la loro attività di crescita; germogliano, fioriscono e si sviluppano.

Mai stagione risulta più dispendiosa di energia: la crescita delle piante in questo periodo richiede un grande sforzo e una gran quantità di elementi nutritivi necessari. Proprio per questo è importante nutrirle, anche perché il terreno non sempre è in grado di fornire i nutrienti sufficienti alla pianta: bisogna intervenire con la somministrazione di opportuni prodotti fertilizzanti.

Concimiamo le nostre piantine per ottenere una splendida fioritura!Concimiamo le nostre piantine per ottenere una splendida fioritura!

Gli scaffali del reparto giardinaggio sono pieni di prodotti fertilizzanti: i tipi disponibili sono veramente tanti e la scelta risulta essere difficile… come fare?

Vi do qualche consiglio, sperando vi possa essere utile.

 

Criteri di scelta di un concime

Innanzitutto è bene sapere che ogni tipo di pianta ha diverse esigenze: proprio per questo sono stati formulati concimi specifici per ognuna di esse. A tale proposito, quindi, potremo scegliere tra:

… giusto per citare i principali gruppi.

 

Ognuno di questi concimi fornisce gli elementi nutritivi principali (azoto, fosforo e potassio: NPK) e secondari (calcio, ferro, …) nelle giuste dosi richieste dalle specifiche piante.

Volete saperne di più? Visitate  questa pagina , troverete altre informazioni che vi aiuteranno a scegliere il concime più adatto alle vostre piante!

 

 

Formulazione. Esistono poi formati diversi di concime, principalmente granulari o liquidi.

Quelli liquidi sono solitamente concentrati, e devono essere diluiti nell’acqua dell’innaffiatoio alle dosi indicate nell’etichetta del prodotto acquistato. Alcuni, invece, sono già pronti, da fornire direttamente al terreno: ne bastano poche gocce (seguite sempre le indicazioni in etichetta!).

Quelli granulari, invece, da incorporare al terreno, in superficie, possono essere a lenta cessione (forniscono gli elementi nutritivi al terreno gradualmente) o a pronto rilascio.

Ne esistono anche in forma di bastoncino, pronti all’uso e comodissimi, da inserire nel terreno così che i nutrienti vengano direttamente assorbiti.

Numerose le tipologie di concime che possiamo scegliere: liquidi, in gocce, granulari, bastoncini, ...Numerose le tipologie di concime che possiamo scegliere: liquidi, in gocce, granulari, bastoncini, ... 

Origine. Infine, possiamo scegliere tra concimi organici o chimici. I primi sono ottenuti direttamente da materiale organico, o dalla sua trasformazione, e sono del tutto naturali: letame, cornunghia, lupini, ecc., sono i più utilizzati (leggi "Concime organico: perchè e come usarlo" per saperne di più). I secondi sono, invece ottenuti dall’industria chimica.

 

In ogni caso, sta a voi scegliere il tipo di prodotto che fa per voi, in base alle vostre esigenze e al quantitativo di piante che dovete concimare, in vaso o in piena terra.

 

Leggete anche questo articolo per sapere come migliorare la fioritura delle vostre piante con la concimazione!

 

E tu, come concimi le tue piante?