annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
12 Febbraio 2018

Come potare le ortensie nel modo corretto?

salva

Se non avete ancora provveduto, è il momento di potare le ortensie, prima del risveglio primaverile!

Ormai, il pericolo che si verifichino delle gelate tardive è passato, le piante sono ancora in riposo, ma ancora per poco.

La potatura delle ortensie è facile e veloce, ma deve essere eseguita nella maniera corretta per non correre il rischio di perdere la fioritura tagliando i rami nella maniera sbagliata. E’ necessario sapere quali sono i rami che daranno origine alle gemme a fiore ed evitare di tagliarli.

 

Ortensia in fiore a luglio....Ortensia in fiore a luglio....... a settembre a fine fioritura... a settembre a fine fioritura

 

Ecco 3 regole importanti per una potatura corretta dell’ortensia:

  1. Sappiate che l’ortensia comune (Hydrangea macrophylla) fiorisce sui rami di un anno, cioè su quelli che si sono sviluppati da germogli dell’anno passato: quindi, se si vuole avere fiori, questi rami vanno preservati! Come riconoscerli? Questi rami si riconoscono perché terminano con una gemma a punta.
  2. Tagliate solo i rami che hanno appena fiorito: questi vanno raccorciati di due-tre gemme, generalmente alla stessa altezza, in modo da avere un cespuglio omogeneo.
  3. Asportate alla base tutti i rami secchi, malandati, deboli, vecchi e legnosi, ormai sterili.

 Ortensia potataOrtensia potata

Prima di impugnare le cesoie, quindi, è bene conoscere le caratteristiche della pianta! Soprattutto il suo tipo di sviluppo e quali sono i rami che danno origine alle gemme a fiore.

 

Quali attrezzi utilizzare?

Per eseguire la potatura nella maniera corretta, è bene procurarsi i giusti attrezzi: forbici da potare e cesoie in buono stato di manutenzione. Prima di iniziare la potatura, controllate le condizioni delle lame, che devono essere ben affilate e pulite (con uno straccio imbevuto di alcol), così da ottenere tagli netti, precisi e senza sfilacciature. Scegliete gli attrezzi che meglio si adattano a voi: l’ideale sono le classiche forbici da potatura, leggere e maneggevoli, comode per tagliare i rami sottili e poco legnosi delle ortensie.

 

Come eseguire il taglio?

Ricordatevi sempre che il taglio deve essere eseguito in senso obliquo, così da far scorrere via l’acqua che si deposita sulla ferita di taglio. Inoltre, deve essere eseguito appena al di sopra di una gemma (a circa 0,5cm), preferibilmente rivolta all’esterno della pianta: in questo modo, dal germoglio che si svilupperà, crescerà un ramo esterno alla chioma.

 

Ortensia in piena fiorituraOrtensia in piena fioritura

Con la potatura, potrete dare una forma ordinata alla pianta, regolarne lo sviluppo e mantenerla sana e bella!