annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
6 Febbraio 2018

Come potare il glicine?

salva

E' il momento di potare il glicine (Wisteria floribunda e W.sinensis), arbusto rampicante dal fascino antico, che abbellisce con la sua ricca fioritura pergolati e cancellate di ville.

 

glicine_potatura_foto pixabay (4).jpgfoto Pixabay

Coltivato preferibilmente in piena terra, può trovare posto anche in grossi vasi sul terrazzo o sul balcone. Il suo fitto fogliame aiuterà a creare un po’ d’ombra durante le calde giornate estive, ma il fascino unico di questa pianta lo si può ammirare soprattutto in primavera, quando ci regala la sua ricca fioritura, breve ma intensa di colore e profumo.

 

Il glicine è una pianta molto rustica e vigorosa, che si sviluppa molto andando a ricoprire ampie superfici, avvinghiandosi a qualsiasi sostegno incontri lungo il suo cammino. E' l'ideale per ricoprire una pergola in giardino.

La potatura annuale di questa pianta, eseguita con i giusti attrezzi (mi raccomando!), risulta essere più che mai necessaria.

 

 

glicine_potatura_foto pixabay (3).jpgInfiorescenza di glicine - foto PixabayCome si procede?

La potatura del glicine va eseguita seguendo alcune regole fondamentali se si vuole avere una buona fioritura la primavera successiva. Una potatura eseguita nel momento sbagliato, infatti, o nella maniera non corretta, può compromettere la fioritura.

 

Il glicine viene potato generalmente in due momenti dell’anno: in estate e in inverno.

 

Potatura estiva. A luglio o agosto, sfoltite la chioma, raccorciando i rami a 5-6 gemme. Nel caso di una pianta giovane, appena messa a dimora, invece, scegliete il ramo principale da lasciar sviluppare e raccorciate tutti gli altri: allevate la pianta nella forma che preferite; a pergola, a spalliera, ad arco, o anche semplicemente ad alberello. 

 

Potatura invernale. E’ quella più drastica e decisa, da eseguire generalmente a gennaio, sui rami completamente privi di foglie: in queste condizioni, i rami sono più facilmente visibili. I rami vengono tagliati molto corti, a “sperone”, lasciando 2 o al massimo 3 gemme.

Le gemme a fiore nel glicine vengono infatti prodotte sui rami dell’anno, cioè su quelli che si sviluppano in primavera ai nodi dello sperone lasciato sul fusto principale. Per ottenere una fioritura abbondante, quindi, è importante stimolare la pianta a produrre questi getti.

Attenzione a non tardare troppo con la potatura invernale! Intervenite prima che inizi ad innalzarsi la temperatura con l’avvicinarsi della primavera! Una potatura eseguita tardivamente potrebbe compromettere la fioritura.

 

Eliminate i “polloni”, cioè tutti i rami che nascono alla base della pianta: assorbono linfa indebolendo la pianta e ne rendono l’aspetto disordinato.

Eliminate tutti i rami secchi o lesionati eventualmente presenti sulla pianta.

 

Ricordatevi sempre che, in qualsiasi pianta, i tagli devono essere eseguiti con lame ben pulite ed affilate, in maniera netta e senza sfilacciature del legno. La manutenzione e pulizia degli attrezzi è importante per eseguire un buon lavoro e prevenire l’ingresso di parassiti attraverso le ferite.

 

 A proposito di potature, leggetevi anche “Consigli su come potare un albero da frutto

 glicine_potatura_foto pixabay.jpgfoto Pixabay

 

Hai realizzato un progetto anche tu? Mostraci le tue creazioni e con i concorsi puoi vincere fino a 200€. Scopri i concorsi attivi in questo momento