annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
5 Ottobre 2017

Come mettere a dimora un albero da frutto

salva

Lo sapevate? Ottobre è il mese più indicato per mettere a dimora le piante da frutto. In questo periodo, infatti, le piante si sono spogliate delle loro foglie e sono andate in riposo vegetativo; è come se si fossero temporaneamente addormentate, per difendersi dal freddo, per poi risvegliarsi a primavera, con l’arrivo della bella stagione, del caldo e della luce. Per far sì che a primavera siano già pronte a riprendere la loro attività in piena forma, è opportuno metterle a dimora ora.

79 olivi in valtellina a dimora.JPG

 

Come mettere a dimora gli alberi da frutto? I consigli essenziali.

  • Innanzitutto, scegliete preferibilmente piante locali: si adatteranno perfettamente alle condizioni climatiche della vostra zona e vi daranno frutti gustosi in abbondanza… inutile insistere a coltivare piante esotiche o non adatte all’area climatica in cui ci troviamo!
  • Individuate la posizione in cui volete mettere a dimora la pianta, tenendo in considerazione le esigenze della stessa: esistono piante che amano stare al sole (quasi tutte le piante da frutto; agrumi, drupacee, …), altre che si trovano meglio in mezz’ombra (i mirtilli ad esempio).
  • Considerate lo sviluppo della pianta e le dimensioni che raggiungerà negli anni: in base a questo, mettetela a dimora alla giusta distanza da altre piante o dalla casa.
  • Preparate bene il terreno: con una vanga, scavate una buca di dimensioni appena più grandi dell’apparato radicale della giovane pianta (o “astone”). Sul fondo disponete uno strato di materiale drenante (argilla espansa o ciottoli), quindi uno strato di terriccio misto a concime organico (letame).
  • Estraete la pianta dal vaso in cui l’avete acquistata, o dalla yuta protettiva nel caso di pianta a radice nuda. Districate leggermente le radici e appoggiatela nella buca, tenendola bene dritta in piedi. Colmate la buca con terriccio di tipo universale. Premete bene ai bordi e innaffiate abbondantemente per far aderire bene l’apparato radicale alla terra circostante. Ricordatevi di tenere la pianta alla giusta altezza: la zona del colletto (ovvero il punto dove finisce l’apparato radicale e inizia il fusto) deve essere tenuta a livello con la superficie del terreno.

79 pesco a dimora.JPG

  • Attorno alla pianta, create una leggera fossetta; servirà a trattenere bene l’acqua che darete alla pianta e a convogliarla bene alle radici.
  • Durante la stagione invernale non sarà comunque necessario bagnare la pianta che, come detto, si trova in fase di dormienza. Riprendete a bagnarla, invece, a primavera, con la ripresa vegetativa.
  • In caso di temperature rigide o gelate, proteggete la pianta dal freddo avvolgendo la parte basale con un telo di yuta o altro materiale pacciamante.A primavera la giovane pianta vi sorprenderà con lo sviluppo di nuovi germogli e una bella fioritura!

79 melo a dimora.JPG

 

Hai bisogno di un consiglio per coltivare le tue piante? Fai una domanda sul FORUM!

Vuoi mostrare a tutti come coltivi le tue piante in giardino e sul terrazzo? Condividi il tuo progetto nell’area delle IDEE.