annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
18 Ottobre 2017

Come eliminare le cocciniglie

salva
0 E' utile

Conoscete le cocciniglie? Sono insetti del tutto particolari, nell’aspetto ben lontano da quello del classico insetto che siamo abituati ad immaginare. Sono insetti molto diffusi, su ogni tipo di pianta, sia ornamentale che da frutto, e sicuramente ne avrete visti: centinaia sono le specie di cocciniglia esistenti!

 

Cocciniglie scudettate e cotonose

Esistono due tipi di cocciniglie: quelle scudettate e quelle cotonose.

  • Le cocciniglie scudettate hanno l’aspetto di un piccolo scudo, concavo e tondeggiante, solitamente di colore scuro, marrone o nero, di dimensioni variabili da uno a pochi mm. Sono prevalentemente immobili e, sotto lo scudo, nascondono centinaia di piccole uova, che daranno origine ai nuovi individui, che allo stadio giovanile, appena sgusciati, sono mobili. Tra le cocciniglie di questo tipo: la cocciniglia “mezzo grano di pepe” che colpisce l’olivo, o Saissetia oleae e la “cocciniglia del corniolo”, che colpisce numerosi fruttiferi tra cui la vite, o Parthenolecanium corni.

87 cocciniglie scudettate su arancio.JPG

  • Le cocciniglie cotonose hanno, invece, un aspetto più soffice. Il loro ovisacco, infatti, ha l’aspetto di un piccolo batuffolo di cotone, bianco candido e morbido, anche questo grande pochi mm. Anche in questo caso si tratta di un insetto immobile, che si fissa sulla corteccia o sulla lamina fogliare della pianta e matura le uova, finchè non si aprono a dare origine ad una nuova, invadente, generazione di cocciniglie, che si diffondono sulla pianta invadendola. Tra le cocciniglie cotonose: Icerya purchasi, colpisce preferibilmente gli agrumi, Neopulvinaria innumerabilis, diffusa su vite.

87 cocciniglie_Neopulvinaria innumerabilis.JPGNeopulvinaria innumerabilis

Cocciniglie: quali danni provocano?

I danni provocati dalle cocciniglie consistono in un indebolimento generale della pianta. Queste, infatti, si alimentano succhiando la linfa dai tessuti della pianta sulla quale si trovano. Inoltre, sono grandi produttrici di melata, una sostanza zuccherina, trasparente e appiccicosa, che secernono andando ad imbrattare la pianta. Sulla melata si sviluppa sempre uno strato di funghi neri saprofiti, le fumaggini, che ricoprono ampie aree di corteccia e foglie, soffocando la pianta e impedendole di compiere regolarmente la fotosintesi clorofilliana.

87 cocciniglie_fumaggine.JPGfumaggine

Come eliminare le cocciniglie

Innanzitutto: appena notate la presenza di questi insetti sulle vostre piante (anche in caso di un solo individuo), eliminateli! Asportateli a mano finchè sono pochi, utilizzando dei guanti e un batuffolo di cotone leggermente inumidito con acqua e alcol o acqua e sapone di marsiglia. E’ il metodo più preciso ed efficace.

Ovviamente, se il livello d’infestazione è tale da non consentire l’eliminazione di questi insetti a mano, bisogna ricorrere all’utilizzo di un insetticida. I prodotti anticoccidici sono a base di olio minerale, sostanza che una volta spruzzata sulla pianta, va a creare una sottilissima pellicola che farà morire le cocciniglie per asfissìa.

Una volta eliminate le cocciniglie, le vostre piante torneranno belle e rigogliose!

 

 

 

Hai realizzato un progetto anche tu? Mostraci le tue creazioni e con i concorsi puoi vincere fino a 200€. Scopri i concorsi attivi in questo momento