annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
12 Giugno 2018

Come creare una parete fiorita con le clematidi

salva

Avete mai visto una clematide in fiore?

E’ un vero spettacolo, con i suoi fiori grandi e appariscenti, a forma di campana o di lanterna, con petali più o meno grandi, vivacemente colorati di viola, rosa, azzurro o anche bianchi.

 clematis.jpgLe varianti di colore delle clematidi sono molte! - foto Pixabay

La clematide esiste anche allo stato spontaneo, Clematis vitalba, ed è considerata prevalentemente un’erbaccia fastidiosa, che cresce a dismisura attorcigliandosi ovunque. 

Gli ibridi selezionati, invece, vengono molto apprezzati, sia per la bellezza dei loro fiori, che per la loro rusticità e facilità di coltivazione.

La specie maggiormente conosciuta è Clematis viticella che produce fiori di colore blu-viola.

Tra gli ibridi più belli, invece:

Clematis jackmanii che produce fiori grandi e vistosi, di colore viola-porpora;

Clematis alpina che produce fiori penduli, azzurri;

Clematis rehderiana che produce fiori gialli e profumati;

Clematis armandii che produce fiori bianchi o rosa tenue. 

 

 

 Scegliete, ovviamente, gli ibridi con i fiori che più vi piacciono, considerando anche che le diverse varietà sono caratterizzate anche da diverse epoche di fioritura, precoce o tardiva, che in media si protrae per tutta l’estate, da maggio fino a ottobre.

Anche il fogliame di queste piante ha un aspetto gradevole: sono foglie composte da tre o più foglioline ovali, di colore verde scuro, prevalentemente caduche.

 

clematis_pixabay4.jpgLa fioritura delle clematidi è strabiliante! - foto Pixabay

 La caratteristica delle clematidi è il loro portamento, rampicante e quasi invadente: motivo per cui vengono molto utilizzate per ricoprire pareti altrimenti spoglie: muri o cancellate, andando a creare un piacevole aspetto verde e fiorito per tutta l’estate.

 

Una scelta che consiglio spassionatamente, anche per la facilità con cui possono essere coltivate queste piante, molto resistenti e che richiedono davvero pochissime cure e attenzioni!

 

Fate crescere queste piante su una griglia in legno, ad esempio, assicurata ad un muro.

clematis su griglia.jpgPotrete far crescere le clematidi aggrappate a una griglia in legno - foto Pixabay

 Oppure anche su una recinzione in rete in fil di ferro

clematis su rete_pixabay.jpgAnche le reti metalliche sono un ottimo supporto per le clematidi - foto Pixabay

 Le clematidi hanno una crescita abbastanza veloce e nel giro di poco tempo la ricopriranno completamente, aggrappandosi.

Per legarla, aiutatevi con legacci appositi  da giardinaggio, in maniera da ottenere un risultato più ordinato, anche se la clematide è in grado di aggrapparsi da sola ai tutori che incontra lungo il suo cammino, attaccandosi con i suoi “viticci”.

 

Vi do qualche piccolo consiglio per avere clematidi rigogliose e fioritissime:

 

Scegliete una parete esposta a sud preferibilmente, quindi ben soleggiata! Le clematidi vogliono tanto sole per fiorire abbondantemente.

 

Una volta che avrete messo a dimora le piante, ricoprite il terreno con uno strato di “bark” (cioè di frammenti grossolani di corteccia di conifere). Questo sarà molto utile per diversi motivi: per proteggere la parte basale della pianta dal caldo eccessivo, per ridurre l’evaporazione dell’acqua e per contrastare la crescita delle erbe infestanti, andando a creare uno strato di pacciamatura naturale.

 

Infine, per favorire la fioritura di queste piante, ricordatevi di somministrare un concime specifico per piante fiorite: la quantità di fiori prodotti e la loro colorazione sarà sicuramente molto migliore!

 

Hai realizzato un progetto anche tu? Mostraci le tue creazioni e con i concorsi puoi vincere fino a 200€. Scopri i concorsi attivi in questo momento