annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
15 Giugno 2018

Come condurre un orto biologico

salva

In questo mondo sempre più pericoloso e pieno di insidie (!) siamo sempre più attenti a quello che mangiamo, alla frutta e alla verdura che acquistiamo, alla ricerca di prodotti sani e ricchi di virtù per il nostro benessere.

Cerchiamo sempre di più di acquistare prodotti locali, a km zero, coltivati senza l’utilizzo di prodotti chimici pericolosi per la salute.

Sempre meglio acquistare presso piccoli produttori locali, al mercato, o… ancora meglio, coltivare noi stessi la frutta e gli ortaggi da consumare, avendo la fortuna di avere lo spazio a disposizione per farlo.

Se non abbiamo un pezzetto di terra per fare l’orto, prendiamo in considerazione anche la possibilità di coltivare piccoli ortaggi o piante da frutto di piccole dimensioni in contenitore, sul terrazzo di casa.

Oltre alla soddisfazione di raccogliere prodotti coltivati da noi stessi, ne trarremo sicuramente vantaggio anche per la loro salubrità.

 

orto (2).jpgDedicarsi all'orto è un'attività sana per il corpo e anche per la mente!

 

Nel caso di un piccolo orto, scegliamo di condurlo in modo biologico!

Come si fa?

 

Le regole principali sono le seguenti:

 

Curiamo bene la fertilità del terreno, in modo naturale, senza aggiungere concimi di origine chimica, ma arricchendolo di sostanza organica (ad esempio letame, stallatico, cascame di lana, o anche humus di lombrico): otterremo ortaggi in quantità e di qualità superiore, sani e gustosi! 

concime organico_humus lombrico.jpgUtilizziamo concime di origine organica, come l'humus di lombrico - prodotto in vendita da Leroy Merlin

 

Scegliamo di coltivare varietà locali, particolarmente adatte al clima della zona in cui viviamo!

 

Scegliamo, se possibile, varietà resistenti a malattie e parassiti: in questo modo non dovremo far uso di prodotti antiparassitari!

 

Nel caso dovessimo ricorrere, invece, all’utilizzo di prodotti per la difesa delle nostre piantine, scegliamo prodotti naturali, come quelli a base di piretro. Proviamo, inoltre, prodotti fatti in casa, come il macerato di ortiche! L’avete mai provato? E’ un portento per tenere lontani gli afidi! Assolutamente vietato ricorrere all’utilizzo di prodotti di origine chimica.

 

Eliminiamo a mano le erbacce che crescono tra le piantine del nostro orto, senza ricorrere all’utilizzo di diserbanti chimici. Sono sufficienti pazienza e un paio di guanti!  Per ostacolare la crescita delle erbe infestanti, utilizziamo i teli pacciamanti, di colore nero: oltre ad ostacolare la germinazione delle erbacce, mantengono il giusto livello di umidità del terreno, limitando al necessario il consumo di acqua per l’irrigazione.

diserbo_pixabay.jpgEliminiamo le erbacce a mano, man mano che crescono! - foto Pixabay

 

Infine, per ottenere i migliori risultati dal nostro orto, negli anni, pratichiamo la rotazione delle colture (leggi “Guida alla rotazione delle colture in orto” per saperne di più a proposito).orto semorile P7040202.JPGPratichiamo la rotazione delle colture nel nostro orto! - foto dell'autrice

 

 

Se vuoi altri consigli su come coltivare l’orto, leggi anche "Preparare l'orto in 6 passaggi", "5 regole per un orto produttivo", "7 consigli per avere un orto ordinato", "Mettere a dimora le piantine nell'orto" e "Affrettiamoci a preparare l'orto".

 

Guarda anche gli interessanti video di Matt the Farmer!

Hai realizzato un progetto anche tu? Mostraci le tue creazioni e con i concorsi puoi vincere fino a 200€. Scopri i concorsi attivi in questo momento