annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
2 Luglio 2016

Come bagnare le piante durante le vacanze

salva

 Quali sistemi d'irrigazione conoscete?

E' tutto pronto per le vacanze estive? Ormai manca poco alla partenza e abbiamo già pensato a cosa mettere in valigia... un meritato riposo ce lo meritiamo tutti... ma... come possiamo sistemare i fiori in giardino?

In queste righe vi do alcuni consigli su come bagnare le vostre piante anche durante le vacanze, in maniera efficace e poco dispendiosa.

 

man-hand-garden-growth.jpg

 

Uno dei dilemmi più frequenti prima di partire per le vacanze estive: chi bagnerà le piante in nostra assenza? Non tutti hanno la fortuna di avere un parente, un amico o un vicino fidato disponibile, al quale affidare l’irrigazione del nostro giardino nelle settimane in cui staremo fuori casa. Questo è il periodo più caldo dell’anno e le piante hanno bisogno più che mai di essere bagnate. E’ sempre meglio pensarci in anticipo, attrezzandosi con un impianto di irrigazione automatizzato, ma quale scegliere? Ne esistono, infatti, di molti tipi: molteplici soluzioni da scegliere in base alle nostre esigenze, alle caratteristiche del giardino o terrazzo/balcone e delle piante che vi sono coltivate. Esistono kit per l’irrigazione che possono essere montati con facilità da chiunque: non è necessario essere dei piccoli ingegneri, ve lo assicuro io che, in campo meccanico-idraulico, sono una vera schiappa.

 

 

large.jpg

 

Come procedere? Iniziate sempre tracciando uno schemino preciso che riporti le misure dell’area da irrigare, la posizione delle piante e del rubinetto al quale collegare l’impianto. In questo modo sarà più facile procurarsi il materiale necessario: la metratura di tubi di portata dell’acqua, giunti e raccordi, capillari e gocciolatori. Sarà inoltre necessario acquistare un programmatore e un timer, così da rendere autonomo il funzionamento (accensione e spegnimento) del sistema, una volta impostato con gli orari scelti.Un impianto può essere montato in superficie o interrato. Quelli superficiali sono più facili da assemblare, mentre gli impianti interrati richiedono un lavoro maggiore per posizionare i tubi sotto terra… roba da uomini! Scegliete un impianto a goccia nel caso di piante singole, che porta l’acqua in maniera localizzata al terreno, senza bagnare le foglie; gli impianti a doccia sono invece più indicati per l’irrigazione del prato. Una volta installato, l’impianto può essere utilizzato durante tutta la stagione estiva, non solo in nostra assenza! Ci permette di risparmiare fatica e acqua, razionalizzando gli apporti in modo mirato, con un occhio di riguardo non solo al nostro portafoglio, ma anche all’ambiente, evitando inutili sprechi di questo bene prezioso, che è l’acqua. L’installazione di un impianto d’irrigazione ci consentirà di godere con il minimo sforzo il giardino, senza dover pensare ogni giorno a bagnare le piante.

 

irrigazione a goccia_insalatina.JPGirrigazione a goccia.JPGirrigazione a goccia_pomodoro.JPG

 

E nel caso del balcone? Come fare per le nostre amate piante in vaso?

In questo caso un impianto d’irrigazione potrebbe essere eccessivo… Regola numero uno: avvicinate tutti i vasi in un angolo, quello più fresco e meno soleggiato, così da limitare il più possibile la perdita di acqua per evapotraspirazione. Esistono piccole riserve d’acqua complessata, in forma di gel, da applicare in ogni vaso, che rilasciano umidità gradualmente: hanno una durata di circa tre settimane. I flaconi, una volta aperti, vanno inseriti capovolti nel terreno a circa 1cm di profondità: rilasceranno l’acqua necessaria alla pianta per sopravvivere durante la nostra assenza.

Ci si può invece ingegnare con piccoli stratagemmi fatti in casa; efficaci soluzioni “low cost” che ci permettono di assentarci per un breve periodo… qualche esempio?

Per bagnare una pianta di pomodori sul terrazzo, una mia cara amica ha applicato questa tecnica facile facile: ha riempito un secchio di acqua e l’ha sistemato su uno sgabello più alto rispetto al vaso di pomodori. Ha inserito quindi una corda spessa, già impregnata di acqua: un capo l’ha immerso nel secchio, fino al fondo, e fermato con un peso (altrimenti galleggia in superficie), l’altro l’ha inserito per un paio di cm nella terra del vaso. Il secchio di 5 litri di acqua è stato sufficiente per tenere umida la pianta per 10 giorni! Ovviamente, per più piante e più giorni, sarà necessario disporre di secchi più capienti o più secchi.

irrigazione faidate.JPG

 

Per periodi più brevi, invece (non più di una settimana), è utile utilizzare bottiglie di plastica dotate di tappo a vite. Con uno spillo incandescente, fate un piccolissimo foro nel tappo: controllate che, una volta capovolta, la bottiglia goccioli, piano piano. Quindi disponete una o più bottiglie riempite d’acqua, col tappo forato, a testa in giù nella terra, in prossimità delle piante da bagnare. La bottiglia deve essere interrata per pochi cm, quanto basta perché stia dritta a testa in giù. In funzione del tipo di pianta e delle sue dimensioni, sarà necessario utilizzare una o più bottiglie (vanno benissimo quelle da 1,5 litri): per uno o due gerani in vaschetta è sufficiente una bottiglia!

 

P6270008.JPG

Mastro*

Trovo molto utili e ben illustrate le soluzioni proposte; la soluzione dell' irrigazione con la bottiglia potrà essere perfezionato con l' acquisto di un semplice dispositivo  ad hoc  che si avvita direttamente sulla bottiglia, al posto del tappo, con un picchetto di circa 10 cm per fissare la bottiglia nel terreno da irrigare...l'ho visto in un supermercato in confezione da tre dispositivi, intorno ai 10 euro ma non l' ho provato.

Redazione

Sì, l'ho visto anche io, è un'ottima idea, ma non l'ho provato... trovo comunque efficace e sicuramente più economico il riutilizzo della bottiglia col suo tappo...

Leroy Merlin People

 trovo buona la prima spiegazione dell argomento, per quanto riguarda l impianto d irrigazione,

 trovo geniale la soluzione per i pomodri,

 ma visto che parlate di sistama di irrigazione a bottiglia noi in negozio abbiamo irrigatori apposta con durata massima di 15giorni d irrigazione e regolabile il dosaggio dell acqua, sono kit da 3 pezzi oppure singoli...

buona serata... Smiley Felice

Hai realizzato un progetto anche tu? Mostraci le tue creazioni e con i concorsi puoi vincere fino a 200€. Scopri i concorsi attivi in questo momento