annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
28 Luglio 2017

Agosto: i lavori in giardino e sul terrazzo

salva

Agosto è il mese in cui maggiormente trascuriamo il nostro giardino, terrazzo o orto. E' periodo di vacanze e piante e fiori vengono facilmente abbandonati al loro destino… Come organizzarsi per non avere brutte sorprese?

Innanzitutto, se ci stiamo apprestando a partire, assicuriamoci che l’impianto d’irrigazione sia ben funzionante, così da non far mancare l’acqua alle piante in nostra assenza.

Per chi rimane a casa, invece, la parola d’ordine è RELAX: godiamoci il giardino, rilassiamo mente e corpo, raccogliamo e gustiamo i frutti del frutteto e dell’orto.

 

Ecco i lavori da fare nel mese di agosto

Nell'orto continuiamo a innaffiare con cura e a raccogliere quanto ci offrono le piante: prodotti freschi e genuini, quali bietole, carote, cetrioli, cicoria, cipolle, fagiolini, indivia, lattuga, melanzane, meloni, patate, peperoni e peperoncini, pomodori, prezzemolo, rape e cavolo-rapa, ravanelli, sedano, zucchine.

ortaggi (4).JPG

Somministriamo un concime specifico per piante da orto, così da ottenere sempre un raccolto di buona qualità e in quantità.

 

Se la produzione è particolarmente abbondante, possiamo preparare delle conserve da gustare anche nei mesi più freddi: le ricette sono molte e tutte appetitose!

 

Iniziamo a preparare il terreno per la semina e messa a dimora degli ortaggi a maturazione autunno-invernale: bietole da costa, cavolo, cavolo cappuccio, cavolfiori, finocchi, lattuga, rucola, spinaci, valeriana, verze e zucche.

 

Controlliamo sempre lo stato sanitario delle piante nell’orto, caldo e umidità favoriscono lo sviluppo di malattie fungine quali oidio, botrite, sclerotinia, ecc. e la proliferazione di insetti dannosi, afidi, aleurodidi, larve defogliatrici e anche di acari. Interveniamo immediatamente con i giusti prodotti per la difesa.

 

Gli alberi da frutta che continuano a produrre sono alcune varietà di susine e pesche tardive, ad esempio quelle a polpa bianca. Iniziano, invece, a maturare i fichi e l’uva.

 

Anche nel caso della frutta, possiamo preparare dolcissime marmellate da conservare e consumare per tutto l’inverno.

 

Anche sulle piante da frutto possono comparire malattie e insetti dannosi quali anarsia, carpocapsa, cidia, larve minatrici e insetti ricamatori su melo, pero e pesco, cocciniglie.

 

Il prato del giardino richiede sempre acqua, con regolarità e in abbondanza. Innaffiamolo preferibilmente nelle ore più fresche della giornata.

 

Nutriamolo e rinforziamolo con un concime specifico per manto erboso ed eliminiamo le erbe infestanti, a mano (se son poche) o con un prodotto diserbante selettivo.

 

Teniamolo sempre ben rasato, alla giusta altezza (4-5 cm).

prato (2).JPG 

La siepe di lauroceraso o photinia cresce sempre a dismisura… teniamone regolata l’altezza e l’ingombro, utilizzando sempre cesoie ben pulite e affilate. Guarda qui come fare.

lauroceraso 27032012101.jpg

 

Le piante del terrazzo (o balcone) sono ancora in piena fioritura! Bouganvillea, geranei, impatiens, lantana, oleandro, petunie, plumbago, surfinie, e molte altre ancora. Continuiamo a prendercene cura: innaffiamole e concimiamole con regolarità. Se vogliamo prolungare la fioritura di queste piante, soprattutto di gerani, petunie e surfinie, stacchiamo i fiori secchi man mano che sfioriscono; in questo modo diamo spazio allo sviluppo di nuovi boccioli.

 

Controlliamo che non vi siano attacchi di insetti o malattie fungine ed interveniamo all’occorrenza.

plumbago 84890398.JPG 

 

Se ci piace in modo particolare una certa pianta, possiamo provare a moltiplicarla tramite talea: eseguiamo questa facile tecnica di propagazione con gerani, ortensie, rose, oleandro…

 

Anche le piante d’appartamento sentono ancora il caldo: innaffiamole sempre con regolarità. Se possibile, manteniamole all’esterno, in un angolo del terrazzo fresco e luminoso, dove non vengano raggiunte dai raggi diretti del sole.

 

Nebulizziamo le orchidee (Phalaenopsis, Cymbidium, …) con acqua distillata a temperatura ambiente e bagniamole sotto l’acqua del rubinetto, senza accumulare acqua nel sottovaso.

cimbidium P1290014.JPG

 

 

Hai bisogno di un consiglio per coltivare le tue piante? Fai una domanda sul FORUM!

Vuoi mostrare a tutti come coltivi le tue piante in giardino e sul terrazzo? Condividi il tuo progetto nell’area delle IDEE.