annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
5 Giugno 2018

6 piante per creare una siepe formale

salva

Il vostro giardino confina con la strada e desiderate avere un po’ più di privacy?

La soluzione ideale è quella di creare una bella siepe, fitta e regolare, che vi protegga non solo dalla vista, ma anche dal rumore e un po’ anche dall’inquinamento dei mezzi che percorrono la strada.

 

siepe formale.jpgUna siepe con chioma fitta è l'ideale per isolarsi da vista e rumore - foto Pixabay

 La creazione di una siepe non è difficile, ma va eseguita scegliendo le giuste specie: devono essere piante rustiche e resistenti, di facile manutenzione. Inoltre devono essere caratterizzate da rapido sviluppo e avere una chioma fitta.

 

Ecco di seguito qualche esempio di specie sempreverdi, ideali per la creazione di siepi “formali”, cioè dalla forma geometrica e regolare:

 

- Il Bosso, Buxus sempervirens, è caratterizzato da foglioline ovali e piccole, molto fitto e compatto; l’ideale per la creazione di siepi. Raggiunge un’altezza di 1-1,5m. Tollera bene il freddo ed è abbastanza resistente; l’unico pericolo per questa specie è rappresentato dalla Piralide del Bosso (Cydalima perspectalis), farfallina che ne divora le foglie… controllatene la presenza ed intervenite subito se ne notate la presenza!siepe formale_bosso_foto pixabay.jpgIl bosso è perfetto per creare una siepe fitta - foto Pixabay

- Il Tasso, Taxus baccata, ha le classiche foglioline aghiformi delle conifere, di colore verde scuro. In estate produce anche delle piccole bacche rosse, che avvolgono il seme; attenzione a non ingerirle, poiché sono tossiche! Specie molto rustica ed adattabile, viene spesso scelta per la creazione di siepi fitte.siepe formale_tasso_foto pixabay.jpgIl Tasso viene ammirato per le sue bacche rosse - foto Pixabay

  

- Il Ligustro, Ligustrum ovalifolium, dalle foglie ovali verde lucido, viene molto apprezzato anche per i suoi fiori profumati, piccoli e bianchi, riuniti in spighe; si aprono in primavera, prima di trasformarsi in piccole bacche nere. Questa specie può raggiungere altezze notevoli, fino a 10m, e deve essere potata con frequenza.siepe formale_ligustro_foto pixabay.jpgIl Ligustro produce profumatissimi fiori bianchi in primavera - foto Pixabay

  - Il Cipresso di Lawson, Chamaecyparis lawsoniana, e il Cipresso di Leyland, Cupressocyparis leylandii, sono caratterizzati da foglie aghiformi piatte, color verde scuro. Sono specie molto vigorose, a crescita lenta e portamento colonnare, che possono raggiungere altezze notevoli, prossime ai 20m: potatele con frequenza per tenerla nelle dimensioni contenute!siepe formale_cipresso_foto pixabay.jpgIl cipresso è caratterizzato da foglie piatte - foto Pixabay

 - L’Agrifoglio, Ilex aquifolium, è noto e apprezzato per le sue bellissime bacche rosse che lo adornano per tutta la stagione fredda. E’ caratterizzato da foglie a margine appuntito, coriacee e di colore verde brillante. Molto belle anche quelle delle specie variegate. La sua crescita è lenta e contenuta, a formare una chioma compatta e folta.

 

siepe formale_agrifoglio_foto pixabay.jpgL'Agrifoglio ha foglie appuntite e bellissime bacche rosse - foto Pixabay

 

- La Fotinia, Photinia x fraseri, è la specie oggi più utilizzata per la creazione di siepi, soprattutto per la sua rusticità e facilità di coltivazione, ma anche per la sua bellezza: a primavera si ricopre di germogli formati da foglioline rosse, che, con la maturità diventeranno verdi. A primavera emette piccoli fiorellini lievemente profumati, di colore giallo-crema, riuniti in spighe.

 

siepe formale_photinia_foto pixabay.jpgLa Fotinia si caratterizza per le sue giovani foglie rosse - foto Pixabay

 

Questo è il periodo giusto per metterle a dimora; come si procede?

 - Lungo il perimetro del giardino, dove volete creare la siepe, distanziate le singole piante di circa 30-60cm, in base alla specie, l’una dall’altra.

- Per ogni singola pianta, scavate una buca profonda circa 40cm; utilizzate una pala per fare quest’operazione.

- Sul fondo create uno strato di 2-4cm di terriccio universale misto a concime organico.

- Quindi alloggiate la pianta, svasata, alla quale avrete districato con delicatezza l’apparato radicale.

- Tenendola bene in piedi, in posizione verticale e dritta, riempite gli spazi vuoti con ulteriore terriccio di tipo universale (acquistate terra in sacchi grandi, da 50 litri almeno, poiché ne avrete bisogno un bel po’…), premendo bene la terra con i piedi.

- Infine innaffiate abbondantemente.

 

Inoltre, perché non installate un impianto d’irrigazione goccia a goccia, che porti acqua ad ogni singola pianta?

Le piante della siepe, appena messe a dimora, avranno bisogno di acqua fornita in maniera regolare, soprattutto il primo anno d’impianto… l’estate arriva in fretta, e con lei anche il caldo! Guardate qui come fare ad installare l’impianto d’irrigazione.

 

Per mantenere la siepe nella sua forma regolare e geometrica, una volta cresciuta, sarà necessario tagliarla man mano che si sviluppa: seguite questo utile tutorial per imparare a potare nella maniera corretta una siepe.

Fornitevi degli attrezzi giusti: tagliasiepi elettriche e cesoie manuali, sempre ben pulite ed affilate.

 

Leggi anche questo articolo sull’arte topiaria, troverete consigli utili sulla potatura.

Leggi anche "9 piante per creare una siepe informale".

Hai realizzato un progetto anche tu? Mostraci le tue creazioni e con i concorsi puoi vincere fino a 200€. Scopri i concorsi attivi in questo momento