annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
24 Luglio 2017

6 piante esotiche da coltivare in giardino

salva

Quanti di noi vorrebbero essere ai tropici invece che in città? Tanto sole, calore, natura lussureggiante…e relax!

Possiamo però provare a fingere di trovarci in un paese esotico creando un angolo del giardino simile… non sarà sicuramente la stessa cosa, ma alla nostra mente sicuramente gioverà, allontanandoci anche solo per un attimo dalla realtà cittadina e isolarci in un piccolo angolo di paradiso.

Indispensabile avere un giardino e le condizioni climatiche giuste; una posizione riparata ed esposta al sole ci permetterà di coltivare piante esotiche, sperando che le temperature invernali non raggiungano valori troppo bassi, in modo da non farle soffrire. Alcune aree del nostro paese ci permettono di poter coltivare piante di questo tipo, ad esempio le aree costiere della Liguria, della Toscana e del sud Italia.

 

Quali piante scegliere?

 

La Jacaranda mimosifolia (famiglia delle Bignoniaceae) è una pianta originaria dell’America del sud ma che ha trovato le condizioni giuste per vivere anche nell’area mediterranea. E’ una pianta abbastanza resistente, che può sopportare, per periodi molto brevi, anche temperature vicino allo zero, La sua bellezza sta principalmente nei fiori, riuniti in grappoli, di un colore blu violaceo che non può passare inosservato; si aprono a cavallo tra primavera ed estate. Le foglie sono simili a quelle della mimosa, da cui prende il nome. Coltivatela se avete tanto spazio in giardino: è una pianta maestosa che può superare i 10m d’altezza e i 5m di diametro!

67 jacaranda mimosifolia.jpg

 

La Bauhinia variegata (famiglia delle Fagaceae) è originaria della Cina. Viene anche detta “albero delle orchidee” per la bellezza dei suoi fiori, riuniti in infiorescenze a grappolo, molto simili a orchidee e molto profumati. Sono composti da 5 petali di colore rosa con variegature rossastre; nel nostro clima, si aprono a partire da fine primavera fino a luglio. Può resistere anche a temperature molto basse, fino a -5°C, a discapito, però, della sua fioritura. Anche nel caso di questa pianta, considerate che può raggiungere un’altezza ragguardevole, prossima ai 10m!

69510042_M.jpg 

 

La Plumeria (genere appartenente alla famiglia delle Apocynaceae), anche detta Frangipani, è originaria delle aree tropicali dell’America. E’ una pianta di notevole bellezza, grazie ai suoi fiori dai petali di consistenza cerosa, bianchi, gialli o rosa, molto profumati e anche alle sue foglie, ovali, di colore verde intenso. E’ un arbusto semilegnoso, che può raggiungere dimensioni ragguardevoli (oltre i 5m d’altezza). Coltivatela in una zona ben esposta al sole e ricordatevi che non sopporta temperature inferiori ai +5°C!

12724730_M.jpg

 

La Feijoa sellowiana (famiglia delle Myrtaceae) è originaria dell’America del sud. E’ una pianta arbustiva molto rustica che si è adattata a vivere anche nei nostri ambienti: resiste anche a temperature molto basse, con valori sotto lo zero. Ha foglie ovali di consistenza coriacea e splendidi fiori dai petali carnosi in parte bianchi (inferiormente) e rosa (superiormente), con al centro un folto ciuffetto di stami rossi. I suoi frutti, bacche ovali lunghe circa 5cm, sono commestibili.  Nel nostro ambiente non raggiunge grosse dimensioni, ma si limita ai 3-5m circa di altezza.

67 feijoa sellowiana.jpg 

 

Il banano (Musa acuminata, famiglia delle Musaceae) è originario del sud-est asiatico. E’ una pianta erbacea che vi sorprenderà per le sue splendide foglie, erette e lunghe fin’oltre i 3m. Se si trova nelle condizioni climatiche giuste, produce una grossa infiorescenza da cui si origina il casco di banane: nelle nostre aree climatiche queste rimangono piccole e poco sviluppate; il banano viene dunque utilizzato a solo scopo ornamentale. Coltiviamolo in una zona soleggiata e riparata dal vento, considerando che anche questa pianta non sopporta il freddo!

banano.JPG 

 

Anche la strelizia (Strelitzia reginae, famiglia delle Musaceae) è una pianta originaria di paesi tropicali (Sud Africa). Viene anche detta “uccello del paradiso” per la forma unica dei suoi fiori, simili a uccelli vivacemente colorati di arancione e viola. Viene molto apprezzata anche per le sue foglie, ovali e coriacee, di colore verde scuro, portate da piccioli lunghi anche 1m. Coltivate questa pianta in piena terra, o in un grosso vaso, in posizione luminosa, dove possa prendere almeno 4 ore di sole al giorno. Ricordatevi che soffre il freddo e non sopporta temperature più basse di 8-10°C. Vi ricompenserà con una splendida e vistosa fioritura!

strelizia_2251.JPG

 

Hai bisogno di un consiglio per coltivare le tue piante? Fai una domanda sul FORUM!

Vuoi mostrare a tutti come coltivi le tue piante in giardino e sul terrazzo? Condividi il tuo progetto nell’area delle IDEE.

 

Hai realizzato un progetto anche tu? Mostraci le tue creazioni e con i concorsi puoi vincere fino a 200€. Scopri i concorsi attivi in questo momento