Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
Pubblica
annuzza
Redazione

Come creare un terrarium

Etichette:
terrarium
bottiglia
coltivazione piante

Avete mai avuto un terrarium in casa? Non sapete di cosa si tratta? Un terrarium consiste in una bottiglia, o contenitore, generalmente in vetro trasparente, all’interno del quale si procede con la coltivazione di piantine.

All’interno del terrarium viene ricreato il microclima ideale per la vita e per lo sviluppo delle piante: luce, temperatura e umidità, condizioni importantissime per tutte le piante.

76 terrarium.jpg 

Come si crea un terrarium?

 

  • Il contenitore

Per prima cosa scegliete il contenitore, che può essere in vetro ma anche in materiale plastico, purchè sia trasparente e consenta il passaggio della luce, elemento essenziale per la vita delle piante. I contenitori in vetro sono solitamente più belli: bottiglie di varie forme e dimensioni sono le più utilizzate per questo scopo, evitate, però, i vetri opachi o colorati.

 

  • Il substrato

Preparate il substrato sul quale coltivare le piante. Solitamente si dispongono tre strati in questo modo:

  • Lo strato più basso composto da sassolini o ghiaia, così da permettere il drenaggio dell’acqua.
  • Lo strato intermedio composto da carbone vegetale, utile a mantenere il giusto livello di umidità e contrastare lo sviluppo di marciumi e muffe.
  • Lo strato più alto composto da terriccio, in quantitativo sufficiente da alloggiare le piantine scelte, oltre che in base alle dimensioni del contenitore.

 

  • Le piante

Non vi resta che scegliere le piante che volete coltivare nel vostro terrarium. Considerate, ovviamente, le dimensioni e la capienza del contenitore in vetro. A proposito, una difficoltà da tenere in considerazione riguarda le dimensioni della “bocca” della bottiglia o damigiana; con un’imboccatura stretta l’inserimento delle piantine sarà un’operazione faticosa e dovrà aiutarsi con molto ingegno e pazienza.

Scegliete piantine robuste, che abbiano bisogno di poche cure e che si accontentino di poca acqua e dell’umidità che si viene a creare all’interno del contenitore/bottiglia.

Le piante più utilizzate sono quelle succulente o grasse, ma anche piccole felci, edere, tillandsie e muschi. Potrete sbizzarrirvi e creare composizioni seguendo il vostro gusto personale. Aiutatevi con un cucchiaino nell’inserimento delle piantine nel terreno.

Inoltre, all’interno del terrarium potrete inserire elementi decorativi diversi, così da creare un ambiente del tutto particolare ed originale.

 

Con questo tipo di coltivazione in ambiente chiuso, si crea un ambiente saturo di umidità: le piante assorbono l’umidità dal terreno e la rilasciano, attraverso la traspirazione, dai pori delle foglie. L’umidità crea condensa sulle pareti di vetro della damigiana e ricade sulle piante. Non sarà quindi necessario innaffiare, ma solo apportare acqua tramite nebulizzazione una volta al mese circa.

 

Il terrarium, inserito nell’ambiente di casa, viene considerato un vero e proprio elemento d’arredo, originale e curioso, al pari di un acquario! 

Vaso terrarium.jpg

 

 

Vuoi mostrare a tutti come coltivi le tue piantine? Condividi il tuo progetto nell’area delle IDEE.

Hai bisogno di un consiglio per coltivare le tue piante? Fai una domanda sul FORUM!