annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 

ristrutturare il pavimento. che mi consigliate?

Mastro*

ristrutturare il pavimento. che mi consigliate?

Ciao,

sto ristrutturando un locale e vorrei cambiare look senza dover togliere le piastrelle presenti.

Mi piacerebbe lo stile moderno.

Premetto che il locale è interrato, quindi con poca luce naturale, quindi quale tipo di pavimento mi consigliate?

Magari vorrei anche un consiglio sui colori?

 

1 RISPOSTA
Mastro**

Rif.: ristrutturare il pavimento. che mi consigliate?

Ciao Alma,

la scelta dipenderà dai gusti personali e soprattutto da quanto si è disposti a spendere.
Posso comunque consigliarti qualche alternativa, analizzando i pro e contro delle diverse tipologie di pavimentazione.
In tutti i casi il piano di posa dovrà essere ben pulito, asciutto e soprattutto regolare.

Comincio con la mia personale esperienza.
Quando ho comprato casa, in un appartamento della metà degli anni ’70, anche se ho rifatto tutti gli impianti, ho scelto di posizionare la nuova pavimentazione sopra quella esistente.
Ho preferito un parquet posato con colla. 
Lo spessore del singolo elemento è di circa 2 cm. Ho sostituito tutte le porte interne e quella d’ingresso. Ho invece mantenuto tutti gli infissi esterni, segando nella parte bassa le porte-finestre in legno.
Il pavimento non è calpestabile appena posato, si dovranno attendere due giorni circa per fare asciugare la colla. Andrà quindi effettuato il trattamento di finitura prescelto.
A distanza di 5 anni e nonostante i numerosi “segni” dell’uso (e due bambini che giocano sempre sul pavimento) rimango comunque soddisfatto della mia scelta.

La seconda alternativa è quella del  gres posato con collante.
Il procedimento di posa è simile a quello del parquet, così come si equivalgono le problematiche sul taglio dei serramenti ed i tempi di attesa per essere praticabile.
Le tipologie e le forme degli elementi, il loro spessore ed il prezzo sono variabili.

Nella scelta tra parquet e grès influiscono molto i gusti personali: da un lato una superficie più “calda” e più “vissuta”, dall’altro un pavimento più “freddo” ma “resistente”.

Una terza alternativa potrebbe essere la resina.
È un materiale molto utilizzato perchè permette di avere una superficie uniforme, senza fughe e, dato lo spessore di pochi millimetri, non comporta il taglio di porte e finestre. Le lavorazioni sono molteplici, anche personalizzabili.
Per il coloe ti consiglliere un colore decisamente chiaro