annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
28 Agosto 2017

Pulizia autunnale del giardino

salva
0 E' utile

L’Autunno è uno dei mesi più belli e lo sto riscoprendo in questi ultimi anni; la spettacolare colorazione delle foglie di alcuni alberi decidui come aceri, pioppi, frassini, betulle, liquidambar e una delle mie preferite la Parrotia persica sono davvero impagabili e variano dal rosso al giallo e dal bronzo al cremisi.

 

Arriva il tempo di raccogliere gli ultimi frutti come le mele e i semi di alcuni fiori, come l’Alcea rosea, l’Echinacea e i nasturzi per l’anno successivo. Si raccolgono anche gli ultimi fiori delle ortensie per decorare la casa e con le temperature che ormai sono diventate più clementi ci si presta infine a lavorare e pulire per avere un bellissimo giardino anche nei mesi autunnali e invernali.

Piante e fiori autunnali.jpg

 

Ecco 4 utili consigli su come pulire il giardino in autunno:

 

1. Raccogliere le foglie secche, ma con gli attrezzi giusti per risparmiare inutili fatiche

Raccogliere le foglie non è sempre piacevole ma con l’aiuto degli attrezzi giusti diventerà più semplice e organizzato. Questi sono i prodotti indispensabili per procedere con questa parte iniziale del lavoro di pulizia autunnale del giardino:

  1. Rastrello in acciaio a ventaglio 
  2. Scopa di saggina
  3. Sacco raccoglifoglie
  4. Cariola in acciaio o in plastica 
  5. Soffiatore/Aspiratore 
  6. Bidoni raccolta

Quando vi appresterete alla raccolta ricordatevi di lasciare qualche foglia da parte che vi servirà, come vedremo poi, per proteggere le piante dal freddo. 

 

2. Proteggere le piante dal freddo

Il giardino è letteralmente invaso dalle foglie secche che cadono dagli alberi, e se non sono molte si possono lasciare intorno al colletto della pianta e anche tutt’intorno alla zolla della pianta stessa come una coperta che la proteggerà dal freddo dell’inverno.

Foglie secche.jpg

 

L’idea decorativa

Se avete a disposizione in giardino o nel bosco delle felci potete raccogliere i lunghi e morbidi rami e metterli come riparo alla base delle vostre aiuole e se avete un’aiuola con delle bulbose a fioritura primaverile, ricoprendola, creerete un’atmosfera particolare con i colori bruciati delle felci.

In terrazzo avrete piante in vaso quindi se potete raggruppatele vicine in un angolo e coprite la terra dei vasi con le foglie secche per preservare le piante dalle gelate invernali, poiché essendo in vaso temono di più il freddo che non in piena terra.

 

Se coltivate piante sensibili al freddo, come agrumi o alcune varietà più tropicali come le palme sarà bene ricoprirle con il tessuto non tessuto, si formerà un microclima ideale e passeranno un ottimo inverno.

 Proteggere piante con foglie secche.jpg

 

 

3. Manutenzione e pulizia delle piante in giardino

Se avete in giardino più di un albero, avrete una produzione enorme di foglie secche, e oltre che utilizzarle per i vasi e per i colletti delle piante, dovrete aiutarvi con un soffiatore per pulire più velocemente tutti i vari camminamenti. Ma non solo, infatti questo attrezzo ha la possibilità sia di soffiare che di aspirare e triturare le foglie secche, potrete quindi utilizzare il residuo per realizzare un ottimo compostaggio. Lasciatelo in una zona del giardino isolata a decomporsi, si trasformerà in una sostanza organica scura fantastica, che l’anno successivo utilizzerete come base per il vostro terriccio.

 

Soffiatore.jpg

 

Inoltre dovrete eliminare i fiori appassiti e togliere le parti secche e avvizzite delle piante e i rami spaccati, servitevi quindi di un comodo Sacco raccoglifoglie per trasportare il materiale nella zona del composto nella zona della raccolta differenziata.

 

Sacco raccoglifoglie.jpg

 

In questo periodo dell’anno (autunno) non conviene potare le piante, a parte qualche SIEPE di carpino, Crataegus monogyna o qualche conifera come Taxus baccata o Thuja, perché altrimenti si incoraggia la crescita di teneri getti, che esposti al gelo dell’inverno, potrebbero compromettere le vostre piante.

Meglio potarle quindi a fine inverno come ad esempio la glicine, la vite del Canada, i viburni, il sambuco, il lauroceraso e il cotoneaster, qui utilizzerete le cesoie e le forbici più adatte per ogni pianta o arbusto.

 

4. Piantare nuove piante e alcuni bulbi

Il bello dell’autunno è che si progetta e si concepisce l’assetto del nostro giardino per il prossimo anno.

Infatti in questo periodo si devono piantare i bulbi a fioritura primaverile con un attrezzo apposito come allium, anemoni, crocus, fritillaria, giacinti, gigli, iris, ranuncoli e i tulipani.

Si potranno creare aiuole dedicate solo alle bulbose, oppure si inseriranno nelle aiuole alcuni bulbi per abbellire ulteriormente le nostre fioriture. 

Si toglieranno dal terreno con il trapiantatore i bulbi e i tuberi a fioritura estiva come gladioli, calle, begonie e dalie ormai sfioriti, che purtroppo non resistono al gelo.

Settembre e ottobre sono i periodi in cui fioriscono alcune varietà di piante (fioritura autunnale) e quindi si potranno mettere a dimora, eriche, ciclamini, viole del pensiero ed ellebori.

Capitolo a parte sono le piante con le bacche decorative, se non le avete mai coltivate provate ad inserire nelle vostre siepi o bordure piante di Pernettya mucronata, Cornus kousa, Viburnum opulus,  Arbutus unedo, alcune rose, Clerodendrum trichotomum e il meraviglioso Euonymus europaeus.

 

Bacche.jpg

 

Ora siete pronti per sistemare il vostro giardino?

 

 

 

Hai bisogno di un consiglio sulla pulizia autunnale del tuo giardino? Fai una domanda sul FORUM.

Vuoi mostrare a tutti come hai sistemato il tuo giardino per l'arrivo dell'autunno? Condividi il tuo progetto nell’area delle IDEE.