annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
30 Giugno 2017

Luglio: i lavori in giardino e sul terrazzo

di annuzza
salva

Siamo in piena estate, le giornate sono lunghe e calde; piante e fiori sono in piena attività, rigogliose più che mai; l’orto produce frutti a più non posso, ma l’impegno richiesto è alto. Quali sono i lavori da fare in questo periodo?

 

Nebulizziamo la chioma delle piante verdi in vaso che abbiamo spostato all’esterno, sul balcone o in giardino, in posizione sempre riparata dal sole diretto, ma luminosa. Con questo caldo, non sempre è sufficiente innaffiare il terreno, ma è necessario anche nebulizzarne la chioma con acqua a temperatura ambiente. Utilizziamo preferibilmente acqua non calcarea, e uno spruzzino con l’irroratore ruotato in modo da vaporizzare l’acqua.  

 

Prendiamoci cura delle rose. Le rose, sia quelle in vaso che quelle in piena terra, sono piene di fiori, colorati e profumati… uno splendore! Se vogliamo fare spazio ad una seconda fioritura, tagliamo via quelli secchi, con una forbice pulita e affilata.

 

Continuiamo a concimare le piante, con un prodotto specifico (per piante verdi, fiorite, acidofile, ecc.), seguendo sempre le istruzioni in etichetta. Avremo piante più sane, rigogliose e belle.

 

Bagniamole regolarmente, lasciando asciugare il terriccio tra una bagnatura e la successiva ed evitando di inzuppare il terreno o creare ristagni idrici nel sottovaso (occhio allo sviluppo di zanzare!). Innaffiamo nelle ore più fresche della giornata (la sera o la mattina presto) per limitare la predita di acqua per evaporazione.

Se abbiamo in programma di assentarci per le vacanze, programmiamo un impianto d’irrigazione dotato di timer… non tutti hanno la fortuna di avere un amico o un parente disponibile a bagnare orto e giardino in nostra assenza!

 

Raccogliamo, giorno per giorno, i frutti del nostro orto: insalata, pomodori, cetrioli, meloni, …. Non ammucchiamo verdura in frigorifero, ma cerchiamo di raccoglierla, man mano che è pronta, e consumarla in giornata, così da gustarne al pieno il sapore e le proprietà benefiche. Se il raccolto è troppo abbondante e non riusciamo a consumare tutto, pensiamo ad amici e parenti… ortaggi freschi e sani sono sempre un dono super gradito!

Alcune verdure (prezzemolo già tritato, aromi, piselli, ecc) possono anche essere congelate e consumate all’occorrenza.

 

Riseminiamo insalate (cicoria, lattuga, ecc), carote, rapanelli e rucola. Mettiamo a dimora le verdure che saranno pronte in autunno: cavoli, zucche, finocchi…

 

Raccogliamo alla pianta albicocche, susine e pesche man mano che maturano.

 

Controlliamo sempre lo stato di salute delle nostre piante: insetti dannosi e patogeni fungini sono sempre in agguato!