annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
6 Giugno 2017

Afidi sulle rose: che fare?

di annuzza
salva

Le rose sono nel massimo del loro splendore, rigogliose e piene di boccioli che si aprono man mano a dare origine a fiori splendidi, colorati e profumatissimi, di rara eleganza. Purtroppo spesso accade che proprio i boccioli vengano attaccati da una miriade di insetti minuscoli, grossi non più di una capocchia di spillo, riuniti in colonie numerose al punto da ricoprire completamente boccioli e germogli… Lo splendore delle rose viene offuscato dalla presenza di questi insetti, gli afidi, che la imbrattano e si nutrono succhiando la linfa dai suoi tessuti indebolendola.

40 rosa afidi (8).JPG 

I germogli e i boccioli colpiti risultano deformati, inoltre, questi insetti emettono una sostanza zuccherina e appiccicosa, chiamata melata, sulla quale si sviluppano funghi nerastri a formare uno strato nero chiamata “fumaggine”.

Gli afidi, chiamati spesso erroneamente “pidocchi”, sono insetti polifagi, che attaccano numerose specie di piante, non solo ornamentali, ma anche fruttiferi e orticole. Nello specifico, la specie che attacca la rosa si chiama Macrosiphum rosae: gli afidi che appartengono a questa specie sono di colore verde o rosato, dal corpo tondo e privi di ali (gli individui femminili, più diffusi rispetto ai pochi individui maschili).

40 rosa afidi (6).JPG 

Che fare per eliminare gli afidi dalle nostre rose?

Non appena notiamo la presenza degli afidi sulle nostre rose, interveniamo immediatamente con i giusti prodotti.

Esistono prodotti insetticidi specifici attivi nei confronti di questi insetti: spruzzateli appena ne notate la presenza, prima che indeboliscano la pianta prendendo il sopravvento. Scegliete prodotti a pronto uso, in formato liquido, da spruzzare su tutta la vegetazione colpita. Ne esistono numerosi tipi in commercio, validi e di facile utilizzo.

 

Se non volete utilizzare prodotti chimici, è possibile ricorrere a metodi naturali:

  • I prodotti a base di piretro, sostanza di origine naturale attiva nei confronti di molti insetti tra cui gli afidi, sono consentiti in agricoltura biologica; 
  • Prodotti fatti in casa, con sostanze naturali, ad azione repellente nei confronti degli afidi. E’ il caso dell’ortica ad esempio, o dell’aglio. Viene fatto un decotto con queste sostanze lasciate a macerare in acqua per qualche ora. Quindi, il decotto viene filtrato, così da eliminare i residui grossolani vegetali e lasciare i principi attivi utili diluiti in acqua, e spruzzato sulla pianta colpita.

Lo sapete che le coccinelle sono nemiche degli afidi? Ne sono ghiotte e se ne nutrono eliminandoli in maniera rapida ed efficace dalle piante. Favoriamo, dunque, la presenza delle coccinelle nel nostro giardino .