annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
3 Novembre 2017

Vasca da bagno angolare o freestanding: le ultime tendenze

salva

Per me il momento del bagno corrisponde ad uno dei pochi attimi di relax della giornata, trascorsa tra lavoro, famiglia e altri impegni che non mancano mai! Immergermi nell'acqua calda, circondata dalle candele e con la mia musica preferita in sottofondo è il modo migliore per sciogliere lo stress e le tensioni accumulate. 

Quando ci si trova a dover scegliere la vasca per la propria casa, sorgono diverse domande: quale modello scegliere? Quali sono le differenze tra l'uno e l'altro? Come capire qual è la tipologia di vasca da bagno più adatta alle proprie esigenze? Ecco alcuni consigli che vi aiuteranno a prendere una decisione nella scelta della vasca da bagno.

 

Vasca da bagno: che forma scegliere?

La vasca rettangolare degli anni ’70, in muratura ad angolo e rivestita di piastrelle, o la tinozza in legno o metallo del passato contadino,  sono state per molti anni le uniche figure presenti nel nostro immaginario, finché la tecnologia non ha cominciato a produrre le tipologie nei lineamenti più interessanti e creativi, rispondendo al desiderio di trovare nel bagno un elemento di arredamento che desse relax, non solo igiene. Come se fosse stata la miccia di un’esplosione creativa, sono comparse forme diverse che hanno ripreso i gusci delle uova, accoglienti e rilassanti: vasche squadrate o rotonde, vasche freestanding (da collocare al centro della stanza) che danno assoluto protagonismo al momento del bagno, vasche da bagno ad angolo e idromassaggio, vasche classiche su piedini, romantiche e nostalgiche, che oggi si trovano anche in versione rivista, moderna ed in diversi colori. Sono talmente tante le proposte sul mercato che, se non ci sono problemi d’impianto, ci si può davvero sbizzarrire!

Vasca da bagno con piedini - Leroy MerlinVasca da bagno con piedini - Leroy Merlin

Vasca da bagno ad angolo o freestanding?

Prima di poter scegliere la tipologia è meglio verificare col nostro idraulico cosa ci permette l’impianto esistente e quanto sia adattabile. Fatto ciò possiamo dedicarci alla forma più consona ai nostri desideri!

La vasca ad angolo è una delle scelte fatte col desiderio di uno spazio più comodo rispetto a quello lungo e dritto, si espande infatti in modo semicircolare e permette di adagiarsi più comodamente in varie posizioni. Spesso è ad idromassaggio, propio per l’ergonomicità della postura che permette di rilassarsi e di sfruttare l’angolo per posizionare la macchina erogatrice delle bollicine! La vasca ad angolo permette poi anche di usufruire di un ampio posto dove appoggiare tutti i prodotti per la nostra cura, come shampoo, balsami, creme, spazzole rigeneranti!

La vasca freestanding, must del contemporaneo, in versione romantica vintage o moderna ed essenziale, ci porta lontani dalle pareti, per dare al bagno un suo momento di protagonismo. I pregi di questa installazione, a parte l’estetica di un elemento che diventa fortemente di arredo, sono di praticità igienica, in quanto è possibile arrivare in ogni angolo senza sforzi ed anche dal punto di vista della manutenzione sono più agevoli.

Affrancabili da qualsiasi tavolino, sgabello o mobiletto che sopperisca alla funzione porta-oggetti, si vestono dello stile che più ci piace.

Essendo solitamente di materiale bianco, che sia ceramica lucida od opaca, corian o un parallelo sintetico, possiamo abbianrla a qualsiasi stile.Vasca da bagno ad angolo - Leroy MerlinVasca da bagno ad angolo - Leroy Merlin

Vasca da bagno: che misura minima può avere?

Si pensa spesso che più la vasca da bagno è grande più è rilassante. A volte è vero, ma non sempre la grandezza è simbolo di comodità effettiva. Galleggiare in una grande vasca è molto piacevole, ma comporta anche un enorme dispendio di acqua e… il bagno in una vasca semivuota non è la stessa cosa!!! Oggi infatti le dimensioni sono state riviste, sia da un punto di vista ergonomico che da quello funzionale-economico.

La nostra posizione nella vasca solitamente è semisdraiati, quindi spesso bastano 130/140 cm per poter essere sommersi dall’acqua ed avere fuori solo le spalle e la testa. Una vasca di 160 cm spesso è già sufficiente per poter godere di un buon bagno, rilassati e comodi. E per le dimensioni che solitamente hanno le stanze da bagno delle nuove costruzioni questa ampiezza è perfetta.

Le vasche da bagno ad angolo o freestanding sono quindi ideali perché permettono di sentirsi a proprio agio anche in misure ridotte rispetto ai classici 180 cm di una volta, in cui se si voleva appoggiare la testa si finiva completamente sott’acqua con tutto il corpo!

Le nuove vasche da bagno a guscio, o riprese dalle vasche antiche con i piedini, hanno linee ed altezze dei bordi tali da poter appoggiare comodamente spalle e testa, spesso sono poi disponibili poggiatesta opzionali; accessori che insieme anche a vassoi, che si appoggiano ai lati corti, trasformano il momento del bagno in una vera parentesi di relax assoluto.

Se poi il colore fa parte di noi, ci sono molte versioni con una base neutra verniciabile a nostro piacimento. Quindi via a comprare il bagnoschiuma dal profumo più inebriante!

Vasca da bagno freestanding - Leroy MerlinVasca da bagno freestanding - Leroy Merlin

Hai realizzato un progetto anche tu? Mostraci le tue creazioni e con i concorsi puoi vincere fino a 200€. Scopri i concorsi attivi in questo momento