annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
5 Settembre 2016

Tessuti d'arredo: croce e delizia

salva

Dopo il legno e le sue mille sfumature, oggi parliamo di tessuti d'arredo.

 

In questa fase, siete ormai quasi alla fine del percorso progettuale, normalmente si parte già con occhi che brillano e portafogli aperto ad ogni singolo pattern o texture che ci conquista, ma bisogna che facciate attenzione, c'è un metodo da seguire per non fare errori e evitare di rovinare lo splendido lavoro che avete fatto finora! Per cui ecco qualche step da seguire per scegliere I tessuti perfetti per il vostro personalissimo stile d'arredo.

 

Prima cosa: progettare!

 

Se avete seguito il primo step, al momento della scelta dei tessuti, il MOOD sarà già stato definito, il colore a parete dato, gli arredi selezionati, quindi non resta che, mantenere la vostra linea e tentare di non perdersi tra le milioni di possibilità offerte dal mercato.

 

 

Valutazioni da fare a casa, notebook alla mano:

 

FUNZIONALITA'. A seconda della destinazione d'uso, i materiali da preferire saranno diversi, bisogna che valutiate le vostre necessità, quante volte verranno lavati, se avete bambini, animali e in che ambiente della casa verranno predisposti, per qualcuno il cuscino di seta è consigliato, per altri decisamente “out”, per capirci.

 

MOOD. Avete fatto I compiti correttamente? Allora la vostra casa da progettare si sarà trasformata in un libro da scrivere, ogni stanza un capitolo e un titolo, per cui I dettagli non devono far altro che seguire il racconto. Immagino che, se state scegliendo I tessuti, abbiate ben chiaro in mente cosa volete che le vostre stanze esprimano, qual'è la vostra casa dei sogni. I colori sono fondamentali e devono seguire il MOOD, raccomandiamo sempre di portare con sè un riferimento colore, un oggetto o una pennellata su notebook andranno benissimo, le sfumature sono importanti e il cervello umano non riesce a distinguerle con precisione.

 

Ora passiamo a tessuti e possibilità grafiche, identificando alcuni macro stili che possiamo incontrare in una casa appena progettata.Una casa per un MOOD giovane e ironico, d'ispirazione nordicaUna casa per un MOOD giovane e ironico, d'ispirazione nordica

Se avete definito un MOOD minimale dai toni neutri, al momento della scelta dei tessuti sono consigliati print geometrici o dall'effetto handmade, potrete definire una palette cromatica dai toni pastello, o addirittura creare contrasto con con tinte sature. Per questo genere di MOOD la scelta dei tessuti è un'opportunità per dare ulteriore personalità all'ambiente, magari aggiungendo un tocco di ironia.

 

I tessuti perfetti per una casa dalle vibrazioni etnicheI tessuti perfetti per una casa dalle vibrazioni etniche

Per un MOOD dalla tendenza boho, più importante del print è la texture. La selezione dev'essere fatta su tessuti materici, dalla grana grezza, via libera a tutto ciò che rimanda a tradizioni antiche quali l'ikat o il batik per esempio, tessuti aztec e tribal, per creare un ambiente che dia il senso del viaggio e dell'esplorazione. Dipinti a mano su canapa, lino, cotone e juta.

 

Consigli per i tessuti di una casa classicaConsigli per i tessuti di una casa classica

 

Un MOOD classico richiede i broccati, eleganti e sofisticati, nei classici disegni cashemire o paisley, e floreale, da abbinare alle righe, in tono su tono o a contrasto. Il bello di arredare questa tipologia di ambiente è che sarà molto facile trovare possibilità di mix and match. Una volta definita la palette cromatica con un massimo di 3 tinte, troverete a catalogo grafiche complementari che vi permetteranno di divertirvi senza rischiare troppo, fino a trovare la selezione che più si adatta al vostro MOOD.

 

I tessuti adatti per una casa vintage / industrialI tessuti adatti per una casa vintage / industrial

 

Un'altra tipologia di ambiente che potrete avere definito durante la vostra progettazione è di tipo vintage o industrial, caratterizzato da arredi recuperati, elementi curiosi e unici. In questo caso per rimanere in tema upcycle potrete recuperare sacchi di juta da caffè o pellami da abbinare a tessuti monocromi o neutri, insieme a qualcosa di animalier, se ve la sentite di osare. In alternativa, se il MOOD è invece più tendente al vintage, si può optare per tessuti dalla grafica anni '60-'70 dalle tonalità polverose in verde, giallo, arancio e marrone. Se invece volete ottenere un effetto più minimal, un'altra possibilità è utilizzare grafiche dal tratto acquarellato, accompagnate da tessuti in scala di beige o grigio.

 

Casa shabby e romantica?Casa shabby e romantica?

Infine, per un MOOD in stile shabby, via libera alla dolcezza e alla femminilità, con tessuti nelle tonalità chiare e delicate del bianco e dei pastelli, si può mixare all'infinito e siete invitati ad esagerare, con infiniti cuscini e layer. I tessuti da prediligere sono il pizzo, il tulle e il crochet (uncinetto), sono superfici soffici e accoglienti. Se avete la fortuna (e la pazienza) di saper lavorare a punto croce liberate la fantasia!

 

 

Ultimo appunto, per la biancheria da letto e da bagno, suggeriamo di utilizzare sempre tessuti naturali in lino, lana e cotone per questioni igieniche e di salute, se poi li trovate in materiali organici ancora meglio! La casa è importante ma voi lo siete ancora di più, vogliatevi bene e prendetevi cura di voi stessi!

 

[ imprescindibile: se ancora non l'hai fatto, tutto inizia col decluttering ]

 

 

Ci vediamo alla prossima puntata,

Tessy

1 Commento
Mastro*

Questo articolo è davvero utile! Grazie e complimenti 😊