annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
18 Luglio 2017

Sedie da giardino: ad ognuno la sua

salva

Classiche e in legno, in plastica e impilabili o metalliche e colorate, in fatto di sedie da giardino c’è l’imbarazzo della scelta. Non scegliete di pancia ma prima interrogatevi su dove, come e quando le userete.

 

 

  • In metallo
    In lamiera galvanizzata o smaltata, ispirata alle Tolix nate negli anni 30 e diventate icone del design, hanno qualità di resistenza e solidità. Bellissime e colorate. Stesso materiale ma altro stile, le sedie in ferro battuto possiedono un fascino vintage che si sposa alla perfezione in giardini di campagna. Abbinare modelli diversi per forma e colore darà un tocco originale al vostro angolo preferito.

tolix.jpgsettingforfour / home-shabby-home.blogspot

 

  • In legno, come il tavolo.
    La sedia in legno di teak, acacia o robinia è un classico intramontabile, spesso abbinato ad un tavolo allungabile per le cene estive con tanti amici. Le essenze sono quelle che resistono meglio agli agenti atmosferici ma ogni anno è bene ricordarsi di trattare le superfici con un prodotto specifico che ne garantirà una più lunga durata. Abbinarle a poltroncine dalla forma avvolgente e comoda fatta in tondini di pvc crea un contrasto raffinato.

homestolove.jpghomestolove

 

  • Intrecci naturali
    Se il vostro obiettivo è rilassarvi comodamente sprofondati in morbidi cuscini, scegliete sedie e poltroncine in Rattan naturale o nella sua versione sintetica, che non richiede manutenzione. La flessibilità di questi materiali permette di disegnare forme sinuose e accoglienti, classiche e senza tempo oppure dalla linea moderna e leggera.

rattan.jpgmyinteriordesign / kelly-nutt.squarespace

 

  • In tessuto tecnico
    Pensate che le sedute in tessuto siano più delicate di altri materiali? Vi sbagliate! Normalmente non viene utilizzato un tessuto comune, bensì un materiale sintetico, il textilene, costituito da fibre di poliestere intrecciate e rivestite in superficie da una guaina di PCV che lo rende resistenti ai raggi UV, all’usura e agli agenti atmosferici. Piacevole al tatto è sufficientemente elastico per sedute comode.

cotemaison.jpgcotemaison

 

  • Pieghevoli e salvaspazio
    Se il giardino è ancora un sogno ma avete comunque la fortuna di un bel balcone, la priorità è quella di sedie poco ingombranti e soprattutto pieghevoli, da tirare fuori all’occorrenza. Possono essere interamente in metallo smaltato a colori vivaci e allegri o più sobrie, che abbinano due materiali: legno e plastica o tessuto. Per i piccoli spazi un ombrellone decentrato o una vela ombreggiante sono una soluzione per riparare dal sole senza occupare spazio.

pieghevoli.jpgcotemaison

 

  • Impilabili
    Il vantaggio delle sedie impilabili è che si incastrano l’una sull’altra e si possono riporre in un angolo del garage quando non si usano. Proposte in innumerevoli materiali e forme, sono le più adatte se vi piace invitare a cena tanti amici ma amate anche un orizzonte sgombro quando vi godete in solitudine il giardino.

impilabile.jpglealcove / archiproducts

 

 

Hai realizzato un progetto anche tu? Mostraci le tue creazioni e con i concorsi puoi vincere fino a 200€. Scopri i concorsi attivi in questo momento