annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
28 Giugno 2016

Realizzare una cucina in mansarda

salva

Tra le ristrutturazioni più diffuse oggi giorno si trovano quelle dedicate alle aree mansarda e sottotetto all’interno di edifici multipiano.

Questi locali furono considerati, nei secoli, vere e proprie aree funzionali; erano collocati lì infatti sia il ripostiglio che i dormitori degli schiavi di famiglia, proprio perché all’ultimo piano era poco pratico arrivare e perché la luce giocava un ruolo sfavorevole sia d’estate che di inverno. Vetri molto grandi provocano infatti l’effetto serra e i muri si assottigliavano di spessore verso gli ultimi piani causando significativi sbalzi termici. 

 

shutterstock_222648034.jpg

 

Oggi invece l’attenzione va alla possibilità di ristrutturare tecnicamente le pareti dell’ambiente, ristudiando gli spessori, la qualità della luce (finestre e vetri ad alto benessere termoigrometrico), i materiali applicati a parete e i colori per dare rilevanza ad un locale affascinante dal punto di vista architettonico (la sezione a falda non si trova solitamente nei piani inferiori) e della posizione strategica (ci si trova in alto come su di una torre: è un ambiente intimo e di concentrazione, si osserva e padroneggia il panorama, è fonte di ispirazione per le proprie attività di lavoro e tempo libero).

La mansarda assume oggi una connotazione del tutto diversa; da zona funzionale si trasforma infatti in uno degli ambienti più ricercati di alcuni edifici, regalando un'atmosfera calda e accogliente, grazie al tetto spiovente, alle travi di legno a vista e ai lucernari. Questa nuova tipologia dell’abitare, tuttavia, può anche risultare poco funzionale, soprattutto quando l’altezza da sfruttare è molto ridotta. Proprio per questo occorre progettare con cura l’ambiente, scegliendo arredi, colori e fonti di luce adeguati, per ottimizzare al meglio gli spazi e l’illuminazione.

 

shutterstock_399199810.jpg

 

Nella maggior parte dei casi il tetto è inclinato e si riduce così lo spazio di utilizzo in verticale. E’ preferibile pertanto utilizzare soluzioni di arredo che sfruttino lo spazio in orizzontale.

Nel caso della cucina meglio quindi optare per basi basse, evitando pensili o elementi contenitivi sviluppati in altezza, oppure, ove la stanza lo permetta, concentrare la zona lavoro, vale a dire la zona di preparazione dei cibi, nella parte più alta della stanza e la zona invece dining, con tavolo e sedie, nella parte più bassa.

 

shutterstock_267201371.jpg

 

L’aspetto fondamentale è la luminosità della stanza: bisogna infatti studiare accuratamente le aperture di finestre e vetrate per posizionare la cucina in modo corretto e per poter sfruttare il più possibile la luce naturale. Solitamente il piano lavoro, come per altri ambienti è perpendicolare alla fonte luminosa, in modo tale da non portare ombre forti a chi lavora (luce da retro) oppure causare abbagliamento (luce frontale).

 

shutterstock_285846572.jpg

 

Le mansarde spesso non hanno la protezione visiva di edifici laterali, quindi la luce diretta entra all’interno dell’ambiente richiedendo soluzioni particolari di schermatura. Per aumentare o integrare l’illuminazione si consiglia l’utilizzo di punti luce a parete, di dimensioni contenute, per non ingombrare troppo lo spazio. La scelta dei colori per le pareti deve tenere in considerazione la luminosità delle stanze: alcune scelte di colore migliorano notevolmente la percezione visiva dell'ambiente, enfatizzando la luce con il bianco e lavorando a contrasto con i colori più scuri. Se l’ambiente è particolarmente basso e poco luminoso, è consigliabile la scelta di toni neutri, che variano dal beige al tortora, dal bianco al grigio chiaro, abbinati con tonalità di legno non troppo scure per rendere l’ambiente accogliente e caldo.

 

Hai bisogno di un consiglio per realizzare una cucina nella tua mansarda? Fai una domanda sul FORUM

Vuoi mostrare a tutti come l’hai fatto? Condividilo nell’area delle IDEE 

Hai realizzato un progetto anche tu? Mostraci le tue creazioni e con i concorsi puoi vincere fino a 200€. Scopri i concorsi attivi in questo momento