annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
17 Maggio 2017

RINNOVARE IL BAGNO SENZA SOSTITUIRE LE PIASTRELLE

salva

Dedicato a coloro che non se la sentono di affrontare una costosa ristrutturazione ma che non ce la fanno più a guardare ogni mattina i decori tristi delle piastrelle del loro bagno: ecco alcune soluzioni alternative, meno impegnative, più rapide e che, meraviglia! non comportano la rimozione dei rivestimenti.

 

archindonne/ karinecandicekong /dettaglihomedecorarchindonne/ karinecandicekong /dettaglihomedecor

  • Pavimenti e rivestimenti nuovi con la resina
    Per cambiare completamente lo stile del tuo bagno, la resina è il materiale più adatto perché è idrorepellente e molto resistente. Si applica direttamente sui rivestimenti esistenti, sia a pavimento che a parete, copre le fughe e il risultato è una levigata superficie omogenea. Si può scegliere tra una gamma infinita di colori ed effetti decorativi, dallo spatolato al nuvolato, dal monocolore alle sfumature, toni caldi e tonalità fredde. Inoltre, dettaglio importante, ha uno spessore ridotto, circa 3 mm, che evita interventi per adattare le porte alla nuova quota di pavimento. Per un risultato ottimale è necessaria un po’ di esperienza: se non è il vostro caso è meglio affidarsi a un esperto.

 

decorfacil / errelabdecorfacil / errelab

  • La forza del monocolore
    Se il colore non fa paura, trasformare il bagno piccolo in una scatola colorata donerà personalità e grande impatto. Un solo colore, da usare anche per i soffitti, i piani d’appoggio e le porte, farà spiccare i sanitari, rigorosamente bianchi. Se il bagno è grande meglio optare per tinte decise ma chiare, come un turchese acquamarina con un esotico effetto acquario. La resina è autolivellante e l’aspetto finale sarà uniforme e potrete scegliere una finitura opaca o lucida.

 

molitli-interieurmakers / dettaglihomedecormolitli-interieurmakers / dettaglihomedecor

  • Cemento spatolato o microcemento
    Una resina in polvere con particelle di cemento, da applicare a spatola, è il prodotto giusto per ottenere una superficie in tutto simile al cemento. Il risultato finale dipenderà dal gesto del posatore, che potrà dare un effetto spatolato più deciso oppure sfumature leggere e appena accennate. Accoppiare una finitura omogenea a pavimento a una spatolatura vivace a parete darà movimento all’ambiente. Perfetto l’abbinamento con un mobile bagno in legno naturale per uno stile moderno ma elegante, e accogliente. Per dare luminosità all’ambiente è sempre preferibile tinteggiare una parete e il soffitto di bianco.

 

archiproducts / acasadiro / cotemaisonarchiproducts / acasadiro / cotemaison

  • Scegliere la resina per valorizzare la piastrella originaria
    Può capitare di voler rinnovare il bagno ma contemporaneamente mantenere qualche dettaglio a cui siamo affezionati. Le vecchie piastrelle diventeranno il dettaglio di stile! Il segreto è scegliere il punto più appropriato, come una nicchia o una rientranza in cui lo spessore della resina non crei dislivelli. Scegliete il colore della resina in sintonia con l’antico mosaico o con il decoro della maiolica. Audaci contrasti vecchio-nuovo o ben calibrate armonie segneranno il nuovo stile del bagno.

 

cotemaisoncotemaison

  • Dipingere le piastrelle con smalto impermeabile
    Se il formato dei rivestimenti vi piace ancora e le piastrelle sono in buono stato, perché non decidersi a dipingerle del vostro colore preferito? Usate il minirullo per un risultato più omogeneo, e prima di iniziare proteggete bene i sanitari e tutto quello che non deve essere sporcato. Scegliete il prodotto giusto: esiste uno smalto per piastrelle da applicare direttamente con due sole mani. Rispetto alla resina, le fughe saranno ancora visibili ma abbinando due tinte a contrasto il bagno sembrerà come nuovo!

 

archiportale / seencaptarchiportale / seencapt

  • Rivestire i rivestimenti esistenti con piastrelle sottili
    Sono state pensate proprio per questo tipo di intervento: piastrelle in gres sottili ma ultra resistenti da incollare sui vecchi rivestimenti. Normalmente di grande formato, evitano l’intervento su porte e impianti grazie allo spessore ridotto, circa 3 mm. Attenzione però alla posa: il sottofondo deve essere preparato con cura per evitare che ci siano dislivelli e irregolarità. Un bagno nuovo in un battibaleno!

 

Hai bisogno di un consiglio per scegliere il prodotto giusto? Fai una domanda sul FORUM!

Vuoi mostrare a tutti com'è il tuo nuovo bagno in resina? Condividi il tuo progetto nell’area delle IDEE.