annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
31 Ottobre 2017

Parquet o laminato? Guida alla scelta giusta

salva

Se siamo nel momento di affrontare una ristrutturazione o di arredare una casa al grezzo, possiamo imbatterci in questo grande dilemma: cosa scelgo per il mio pavimento, laminato o parquet?

Vediamo assieme di capire le caratteristiche di ogni materiale per poter fare la scelta più giusta per noi.

 

Laminato: pro e contro

Una delle caratteristiche principali a favore del pavimento laminato è sicuramente il prezzo, oggi infatti si riesce ad avere un prodotto di buona qualità ad un prezzo nettamente inferiore a quello del parquet.

Un altro punto a favore del laminato è la resistenza: essendo composto in superficie da un prodotto fatto di plastica stampata, questo resiste all’usura, ai raggi del sole e alle ammaccature. Esistono varie fasce di resistenza, a seconda di dove abbiamo bisogno di posare il laminato, se in un ambiente casa (dove il calpestio non è elevato) o in un ambiente pubblico. Ultimo plus, ma non da meno, è la facilità di posa, infatti questa può essere flottante e senza colla e di conseguenza molto più rapida; inoltre non solo è facile da mettere, ma anche da togliere per gli stessi motivi, per cui è ottimo per soluzioni temporanee, come un locale in affitto dove non si possono effettuare cambiamenti definitivi.

La nota dolente del pavimento laminato è che pur simulando molto bene il legno e alla vista può dare lo stesso effetto di calore, ahimè non è legno, quindi la sensazione di camminare a piedi nudi sopra un parquet non è la stessa del laminato. Anche l’effetto sonoro non è uguale, infatti ad esempio il rumore dei tacchi o la caduta della penna non saranno così attutiti come nel caso del legno, che di per sé è un materiale fonoassorbente.

Laminato - Leroy MerlinLaminato - Leroy Merlin

Parquet: pro e contro

Il parquet racchiude tutta la naturalezza, la matericità, il calore che solo il legno vero può dare, che sia massello o prefinito.

Di contro il parquet ha tempi di posa più lunghi del laminato (che possono variare molto anche dallo schema di posa: ad esempio per una posa a spina di pesce occorre più tempo che per una posa a correre), soprattutto se il legno utilizzato è naturale, cioè non tinto con vernici apposite. Infatti il legno naturale subisce dei cambiamenti di colore nei primissimi giorni di posa, in quanto avviene un processo di ossidazione, per questo nelle prime due settimane dopo la posa è consigliato non coprirlo con mobili.

Parquet - Leroy MerlinParquet - Leroy Merlin

Parquet: Massello o Prefinito?

Se la nostra scelta è ricaduta sul parquet di legno, dobbiamo sapere che ne esistono due tipi diversi:

Il parquet in legno massello (o massiccio) è costituito interamente da legno nobile, per questo ha di norma un costo più elevato, ma è eterno e se si usura si può riportarlo al suo splendore con la levigatura. Spesso si usano essenze più dure, come il dussie o l’iroko, oppure il rovere che è stra-usato, sia in versione naturale che sbiancato o grigio.

E’ da tenere in considerazione che i tempi della posa sono piuttosto lunghi..

Il parquet prefinito è formato  da un sottile strato di legno nobile in superficie, incollato su altri stati di legno più economico. Grazie a questa particolarità si può avere una grande scelta di essenze, tra cui soprattutto quelle più costose come il faggio, il noce, il teak, il padouk.

I tempi di posa qui sono nettamente più rapidi e si può calpestare il parquet dopo appena 24 ore dalla posa.

Massello-Prefinito - Leroy MerlinMassello-Prefinito - Leroy Merlin