annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
22 Agosto 2017

Parquet in bagno: perché no?

salva
0 E' utile

Camminare scalzi su un pavimento in legno regala una sensazione che nessun’altro materiale può dare. In bagno, dove spesso ci troviamo a piedi nudi, la scelta di questo materiale è consigliabile o assolutamente da evitare? La risposta è positiva: il parquet può essere posato in bagno! Con qualche piccolo accorgimento.

 

  • Essenze diverse con il mobile bagno

    Le essenze più adatte alla posa in bagno sono l’Iroko, il Merbau e il Teak, più stabili a contatto con acqua e umidità. Il Rovere è più delicato perché può creare macchie nerastre. Provate ad abbinare due tipi di legno diversi per mobile bagno e pavimento: scegliete l’accostamento più armonico partendo dalle tinte e dalle sfumature.

Idee parquet in bagno.jpgmansarda / decoist

  • Rivestire la parete con listelli

    Il tipo di posa è importante: meglio la posa incollata e non flottante perché permette la completa sigillatura tra una doga e l’altra e impedisce all’eventuale ristagno di acqua di andare in profondità. Il vero nemico del parquet è l’acqua stagnante! L’importante è asciugare subito l’eventuale pozza e non lasciarla penetrare nelle fibre. Scegliere il pavimento incollato significa anche poter rivestire una parete, per esempio dietro i sanitari e proseguire con una decorazione a listelli che può trasformarsi nel sistema per sospendere vasi e mensole.

Rivestire parete con listelli.jpghome-designing

 

  • Naturale come le travi

    Il parquet prefinito è più adatto all’ambiente bagno perché, vista la stratificazione di una base di supporto e un legno nobile in superficie, garantisce maggior stabilità. Per un effetto grezzo e naturale, orientatevi su tavole con nodi evidenti, color miele, che richiama le travi lasciate a vista. Il bianco delle pareti mette in evidenza il piano d’appoggio del lavabo doppio fatto da una vecchia tavola di recupero.

Legno naturale.jpgmansarda

 

  • Abbinamenti contemporanei

    Abbinamento interessante, se il bagno è abbastanza spazioso e luminoso: parquet chiaro color miele, rivestimenti in gres effetto ardesia, parete doccia in vetro fumè, sanitari in ceramica bianca, dettagli cromati.

Parquet miele bagno.jpgweprofile

 

  • Mantenere il parquet originale

    Il legno invecchia, è un materiale vivo e gli inevitabili segni del tempo lo rendono ancora più bello! Chi sceglie il parquet sa che non deve innervosirsi al primo graffio ma prenderli come caratteristiche uniche di un materiale vero e naturale. Mantenere il pavimento originale renderà il bagno super chic.

Mantenere il parquet originale in bagno.jpgonekingslane / turbolences-deco

 

  • A spina di pesce e mix con ceramica

    Per chi proprio non si fida, ma non vuole rinunciare all’idea del legno, ecco una soluzione interessante: alternare listelli in ceramica al parquet, da posare nelle zone più soggette a schizzi d’acqua, intorno a mobile bagno e piatto doccia. La posa a spina di pesce si presta alla perfezione a questo mix originale e divertente.

Mix parquet ceramica.jpgblog.aprilandmay

 

 

Hai realizzato un progetto anche tu? Mostraci le tue creazioni e con i concorsi puoi vincere fino a 200€. Scopri i concorsi attivi in questo momento