annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
21 Giugno 2016

Il legno che non ti aspetti

salva

Delicato, profumato e forte, il legno è uno dei materiali più utilizzati nelle case degli italiani: siamo nati e cresciuti in case in cui il mobile di legno la faceva da padrone, o almeno era presente, tra sedie, tavoli, mensole e pavimenti. 

 

La bellezza del legno è profondamente legata alla sua natura, all’albero e alla vita del bosco. Il suo vissuto lo rende imperfetto e le sue irregolarità lo rendono prezioso. Il trascorrere del tempo lo modifica: il legno è vivo.

Ci sono infiniti modi di utilizzare il legno in casa, e oggi vedremo le modalità che più lo caratterizzano come materiale e che fanno sì che il legno diventi protagonista di un ambiente.

 


1_meetyourMOOD_Leroymerlin_wood_parquet.jpg

IL PARQUET A POSA GEOMETRICA [sx, dx]

Un pavimento in legno ha la capacità di scaldare l’ambiente e dare una percezione di maggiore calore e morbidezza agli spazi. Oltre alla scelta del colore, che dev’essere fatta con molta attenzione, non è da sottovalutare la posa, che nasce dall’accostamento dei listelli che compongono la pavimentazione. La posa a spina di pesce ungherese (foto a sinistra) e a spina italiana (foto a destra) sono entrambe molto interessanti. La posa a Spina italiana è composta da listelli rettangolari di uguali dimensioni che vengono disposti in file parallele a 90° tra loro, in modo che la testa di uno combaci con il fianco dell’altro. La posa a Spina Ungherese, invece, ha i lati corti tagliati con inclinazione a 45°. Entrambe le tipologie di posa danno al pavimento un effetto assolutamente non scontato e valorizzano ogni singola lastra grazie agli effetti della luce. Inoltre, sono consigliate nel caso di stanze con pareti non ortogonali perché evitano di sottolineare il difetto dei muri.

 2_meetyourMOOD_Leroymerlin_wood_bedroom.jpg

IL LEGNO PER LA PARETE DELLA TESTIERA DEL LETTO [sx, dx]

Negli ultimi anni sono sempre più diffusi i letti senza testiera, che sembrano più semplici e molto meno rigidi. Nel caso di un letto senza testiera, la parete dietro dev’essere protetta quanto più possibile. Si possono usare degli smalti per il colore da parete, ma per ottenere un effetto più caldo (alla vista e al tatto) il legno è sicuramente la soluzione giusta. Anche nel caso di un letto con la testiera, come nella foto a destra, una pannellatura in legno è un’ottima alternativa, funzionale e decorativa, anche perché il legno funge da isolante termico e acustico.

 3_meetyourMOOD_Leroymerlin_wood_boiserie.jpg

LE BOISERIE [sx, dx]

Le boiserie esistono dal XVII secolo e si usano tutt’ora. Sono cambiate, ovviamente: quelle di cui parliamo ora non sono certo quelle della reggia di Versaille, ma esistono e donano eleganza. Se in origine il termine Boiserie era usato per indicare una decorazione basata sulla copertura delle pareti con pannelli di legno intarsiati, incisi e intagliati, oggi usiamo il termine boiserie anche per i rivestimenti con pannelli di legno non decorati e arricchiti semplicemente da cornici. La boiserie, nella moderna concezione del termine, è perfetta per gli spazi ampi, arredati con elementi di pregio, semplici e di valore. Il rilievo delle pareti dev’essere fatto con estrema cura perché i pannelli vanno montati alla perfezione, per evitare effetti ottici di non perpendicolarità delle pareti. Esistono ormai anche boiserie in stucco o gesso ceramico da applicare a parete, ma anche queste sono consigliate soltanto agli hobbisti più precisi.

 4_meetyourMOOD_Leroymerlin_wood_color.jpg

IL LEGNO COLORATO [sx, dx]

Per gli appassionati di fai-da-te, ecco due esempi di restyling dall’effetto meraviglioso: un vecchio parquet rovinato è stato dipinto e poi resinato con una finitura opaca (a sinistra) o lucida (foto a destra). In entrambi i casi il legno diventa protagonista e non si nasconde la sua natura. Noi la troviamo una soluzione meravigliosa: voi cosa ne pensate?


5_meetyourMOOD_Leroymerlin_wood_raw.jpg

IL LEGNO GREZZO [sx, dx]

L’effetto grezzo del legno arriva sicuramente da nord, e siccome il nordic style è molto diffuso oggi, l’effetto legno grezzo è all’ultima moda. La sensazione che si può creare utilizzando questo materiale è davvero interessante e delicata, ma è necessaria una forte capacità di equilibrare le finiture e i colori. Il legno in questo caso diventa protagonista e tutte le altre finiture devono seguirlo. Se il colore del legno è caldo, è ottimale accostare il beige o il tortora, mentre se il colore è poco saturo, sono perfette le tonalità di grigio. In ogni caso, è necessario utilizzare legno massiccio per creare un effetto completamente materico.

 
6_meetyourMOOD_Leroymerlin_wood_chipboard.jpg

IL TRUCIOLATO [sx, dx]

Per chi ama il riciclo, tutto ciò che è nature-friendly, questo trend sarà perfetto. Ebbene sì, ormai il truciolato è sdoganato anche nell’interior design: il legno truciolato, ottenuto dallo scarto delle normali lavorazioni del legno, ha un effetto molto particolare, diverso a seconda della lavorazione, ed è anche molto meno costoso del legno massello.

 

Abbiamo finito con questi 6 esempi, ma come al solito abbiamo una **bleep**: non affidatevi totalmente ai trend, ma pensate a voi. Seguite le vostre passioni e progettate una casa a misura di MOOD.