annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
25 Gennaio 2018

Idee e consigli per disporre i mobili in camera da letto in modo corretto

salva

Studiare con attenzione la camera da letto prima di disporre i mobili è un vero e proprio dovere.  Con il giusto arredo e seguendo lo stile che è legato alla nostra personalità dobbiamo rendere la nostra camera come luogo ideale per dormire, senza tralasciare alcuni dettagli importanti, come lo studio corretto della luce, il posizionamento più pratico degli armadi, la scelta dei mobili per garantire sempre l’ordine e la funzionalità della stanza. Il letto, con un ingombro minimo di 160x200cm, è ovviamente l’ingrediente fondamentale della camera da letto, soprattutto per le sue dimensioni considerevoli, e la sua disposizione è il primo punto da affrontare per arredare correttamente la stanza.

Vediamo insieme quali sono i punti importanti su cui ragionare quando si progetta la propria camera da letto.   

 

La disposizione più comune: la testiera contro la parete della stanza

Per le dimensioni della camera e per ‘il luogo comune’ più diffuso, posizionare il letto a ridosso della parete principale della stanza è la scelta più consigliata dai progettisti perché permette di risparmiare spazio utile e di rendere più facili i percorsi all’interno della camera.

Il letto, negli altri 3 lati liberi, deve avere una distanza minima di almeno 60 cm dalle pareti laterali, anche se questo valore rende la stanza inaccessibile per le persone con difficoltà motorie, dove si richiedono almeno 90cm di percorso libero per accedere al letto e agli armadi. Per gli armadi sono preferibili ante scorrevoli, in modo tale da non intralciare i passaggi e non rendere difficile la sistemazione dei vestiti, soprattutto quando il mobile è molto vicino al letto.

La disposizione più semplice si ottiene contrapponendo letto e armadio oppure disponendo l’armadio lateralmente in modo da lasciare spazio ad una piccola scrivania o zona studio.

Disposizione del letto appoggiato a parete, immagine da Leroy Merlin FranceDisposizione del letto appoggiato a parete, immagine da Leroy Merlin France

 

Il letto al centro della stanza

Questa opzione richiede giustamente una camera molto spaziosa; anche in questo caso va garantita una distanza minima dalle pareti di più di 60cm. Delle idee molto belle riguardano l’inserimento di mobili, di divisori o di librerie dietro la testiera del letto, in modo tale da organizzare la stanza in modo molto particolare e personalizzato, ricavando zone studio ed hobbies all’interno della camera senza perdere intimità, utilità e funzionalità. Si può pensare di combinare diversi mobili più piccoli per ottenere una parete attrezzata oppure puntare su un mobile basso da caratterizzare con i nostri oggetti preferiti.

Letto al centro della stanza, immagine di Leroy Merlin FranceLetto al centro della stanza, immagine di Leroy Merlin France 

 

La posizione rispetto alle porte e finestre

La posizione di porte e finestre è un altro fattore da rilevare e valutare: per la progettazione è stato sempre sconsigliato il fatto di avere la fonte di luce naturale frontale rispetto al letto, quindi si consigliava spesso di posizionarlo in modo tale da trovare le finestre e le porte disposte lateralmente; ma è ormai facile trovare delle alternative anche molto funzionali, che permettono di rendere la stanza vivibile, personalizzata e funzionale con tutte le nostre richieste, come ad esempio la possibilità di usare delle tende molto coprenti o inserire un piccolo mobile ‘filtro’ più alto o dei séparé realizzati anche con dei pratici divisori.

Ricordate inoltre che le finestre disposte ad est sfruttano al luce del mattino, mentre le vetrate a nord dispongono di una luce diffusa generale per tutto ‘arco della giornata, senza rischio di abbagliamento.

Le tende come divisori per il letto, immagine di Leroy Merlin FranceLe tende come divisori per il letto, immagine di Leroy Merlin France

 I comodini

Affiancano il letto per contenere tutti gli oggetti di cui abbiamo bisogno appena ci svegliamo. Per quel che riguarda i comodini perché non giocare con le composizioni o con gli oggetti che abbiamo a disposizione? Le valigie a terra, i mobili antichi e rielaborati, l’uso di sedie, cuscini, libri impilati e pouf possono dare vivacità e creatività alla zona del letto, creando punti di colore e stile. L’altezza dei comodini dovrebbe superare il materasso di 15-20cm per rendere agile la rotazione delle braccia e utile l’appoggio di oggetti.

 

Questione di lampade

L’illuminazione artificiale della camera da letto deve essere principalmente quella diffusa, possibilmente calda, gestibile da interruttori che si trovano sia all’ingresso della stanza che ai lati del letto. Si può pensare ad una illuminazione puntuale vicino al letto, a sospensione, come applique o da tavolo sopra i comodini, utile a non disturbare chi dorme con noi e per poter leggere senza rovinare la vista.

 

La scelta delle testiere

La testiera esiste con tantissime varianti funzionali! Per creare un distacco rilevante dal muro (quasi sempre piuttosto freddo) ad esempio è possibile progettare una testiera molto spessa con dei ripiani dove inserire i nostri libri preferiti dove si potranno appoggiare altri oggetti: diventa una sorta di mensola funzionale e totalmente caratterizzata e praticamente quasi un rande comodino!

Pratiche testiere attrezzate per il letto, immagini di Daily Dream Decor e Leroy Merlin FrancePratiche testiere attrezzate per il letto, immagini di Daily Dream Decor e Leroy Merlin France 

 

Ricavare le zone studio

Quando le stanze non sono lineari e sono presenti delle nicchie o rientranze nel muro  oppure ci sono degli armadi entro i quali ricavare delle zone studio, una buona idea è quella di creare un ambito, uno studio piccolo e ben organizzato: un tavolino, delle mensole, una bella seduta e delle sedie caratterizzeranno lo spazio senza invaderlo e si avrebbe modo, anzi, di recuperare un piccolo spazio funzionale tutto per noi! Ricordate sempre di lasciare uno spazio libero di almeno 1m dietro una seduta in modo tale da permettere di arretrare la sedia senza urtare contro qualcosa!

Pratica zona studio ricavata all'interno di un armadio, immagine da Leroy Merlin FrancePratica zona studio ricavata all'interno di un armadio, immagine da Leroy Merlin France

 

La progettazione di una stanza ha un lato ‘istintivo’ davvero interessante. 

Date ad ogni modo importanza ad alcune esigenze importanti:

-rendere semplici gli spostamenti all’interno della stanza, soprattutto se si accede ad un bagno privato ed accessibile;

-fare in modo che siano esemplificati gli spazi di manovra per accedere e rifare il letto, mettere in ordine il guardaroba, aprire le finestre, sistemare il piccolo spazio studio dopo averlo utilizzato

-scegliere delle finiture dei pavimenti e dei colori delle pareti che vi mettano a vostro agio

-evitare di posizionare mobili ingombranti che ostacolano i passaggi

Giocate con la scelta dei mobili ma soprattutto con la vostra creatività e manualità per caratterizzare la camera con i vostri lavori e produzioni!