annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
18 Agosto 2017

Cosa occorre per imbiancare?

di AlexC
salva

Una mano di bianco ed è subito casa! Che sia la casa della tua vita o una di passaggio, ogni nuova avventura inizia e finisce sempre con la tinteggiatura. Imbiancare è facile e fa sembrare tutto più pulito, fresco, nuovo. Vuoi approfittare di qualche giorno di vacanza per dare una bella rinfrescata alla tua casa ma non sai da che parte iniziare e soprattutto cosa ti occorre?

 

Scegli il materiale che serve per realizzare un’imbiancatura a regola d’arte in 5 semplici passi:

 

1. Stucco: la prima cosa da fare è preparare le pareti con la stuccatura. Gli stucchi rasanti servono a rendere le pareti omogenee e livellate, quelli riempitivi a chiudere fori e crepe, e infine quelli ricostruttivi a riparare eventuali pezzi mancanti.

Per piccoli lavori la soluzione più pratica è lo stucco in pasta che è già pronto e non occorre diluirlo. Se invece i lavori da eseguire sono più importanti, lo stucco in polvere, da miscelare con acqua nella quantità che occorre, è la soluzione più conveniente.

Approfondisci su come scegliere uno stucco

stucchi_visore.jpg

 

2. Fondo o fissativo: permette alla pittura di ancorare e di essere distribuita in modo omogeneo per un risultato perfetto. Scegli un fissativo isolante se le pareti non sono mai state verniciate o sono porose, scegline uno antimuffa se invece sono soggette a muffa e condensa. Ci sono poi fondi e fissativi per esigenze specifiche, come supporti lisci, macchiati o rovinati.

Leggi di più su fondi e fissativi

 

3. Accessori per la protezione: con gli scotch di carta eviterai di sporcare di pittura i battiscopa, le porte, le finestre e i lampadari. I teli in plastica sono indispensabili per coprire la TV, la libreria e tutti gli altri mobili. Infine un rotolo di feltro da stendere sul pavimento lo proteggerà dagli schizzi di pittura e ti consentirà di camminare in sicurezza perché è antiscivolo.

 

4. Rulli e pennelli: la scelta del rullo dipende dal tipo di pittura che vuoi utilizzare e dal tipo di parete, liscia o ruvida. Tra i pennelli: i plafoncini sono indicati per i soffitti, i pennelli piatti per le finiture lungo gli stipiti delle porte e i battiscopa, i pennelli angolari o obliqui per eseguire i ritocchi negli angoli o in punti di difficile accesso come il retro dei termosifoni.

 

5. Pittura bianca o colorata:
Preferisci il bianco? Se le pareti sono in buono stato, in base alla stanza da imbiancare scegli tra queste tipologie.

  • Tempera: una soluzione economica adatta solo per ambienti di servizio, come garage e cantine.
  • Traspirante: consigliata per ambienti molto umidi e dove si forma condensa come bagni e cucine.
  • Lavabile: molto coprente e resistente a sporco e sfregamento. È indicata per tutti gli ambienti della casa, in particolare il soggiorno, le camere da letto e i luoghi di passaggio.
  • Smalto murale: è molto coprente e si può lavare anche con detergenti, per questo è usata in ambienti che devono essere sempre puliti come asili o ambulatori.

Se invece le pareti non sono in buono stato, scegli una pittura specifica per il problema da risolvere: ad esempio muffa, condensa, macchie difficili o superfici sfarinanti.

 

Leggi di più su come scegliere una pittura bianca

 

Lo sapevi che il colore delle pareti può influenzare il nostro umore? E può fare apparire gli spazi più grandi, più piccoli, più stretti o più larghi? E che i colori freddi fanno percepire la temperatura più bassa anche di 4°? Sembra incredibile, ma la pittura colorata è la forma più semplice e conveniente per trasformare completamente un ambiente.

 

Ogni colore ha la capacità di influenzare e creare un’atmosfera differente. Il colore di una stanza riflette la personalità di chi la abita ma non solo. Applicando in modo sapiente il colore su pareti e soffitti si possono riequilibrare i volumi di una stanza e correggere visivamente alcune proporzioni.

 

Il primo passo è sicuramente la scelta della tonalità giusta, da valutare attentamente in base all’esposizione della luce e all’atmosfera che vuoi creare nella tua stanza.

  • Tonalità calde: gialli, rossi, arancioni, ricordano il sole, il fuoco e creano un senso di intimità, accoglienza e convivialità. Sono consigliate in stanze poco soleggiate, ad esempio quelle esposte a Nord.
  • Tonalità fredde: verdi, blu, viola, colori del mare, del cielo e della natura: rilassano, favoriscono il riposo e stimolano la creatività. Sono consigliate in stanze molto luminose come quelle esposte a Sud.
  • Tonalità neutre: grigi, bianchi e beige, danno un senso di freschezza e serenità. Sono consigliate in ambienti con poca illuminazione perché donano luminosità.

 Scopri di più su come scegliere e abbinare i colori nella tua casa

 

Leroy Merlin - Pinterest / latizzainabluLeroy Merlin - Pinterest / latizzainablu

 

 

interiorgod / Leroy merlin - Pinterestinteriorgod / Leroy merlin - Pinterest

 

 

Hai bisogno di un consiglio su come imbiancare? Fai una domanda sul FORUM

Vuoi mostrare a tutti come hai fatto? Condividi il tuo progetto nell’area delle IDEE