annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
2 Agosto 2016

Come sfruttare un bagno piccolo e renderlo funzionale

salva

Soluzioni base per la progettazione dell'ambiente

In fase di progettazione capita molto spesso che i clienti richiedano di suddividere il loro bagno grande in due entità frazionate, che sono sì più ridotte ma risultano indipendenti e caratterizzate dal proprio stile, gusto, e necessità organizzativa. La prima raccomandazione per riorganizzare gli spazi, sia per quel che riguarda il bagno unico che per le case con un secondo bagno, riguarda lo studio attento della normativa locale (in modo tale da rispettare i requisiti minimi per i passaggi, aerazione, illuminazione naturale ed artificiale) e la verifica della flessibilità degli impianti elettrici e delle tubature per assecondare la propria idea di progetto. La seconda prova, sicuramente più bella ed interessante, è la scelta di complementi d’arredo comodi e compatti, tali da permettere di snellire e liberare lo spazio senza però rinunciare alla funzionalità.

 

Altezza utile e controsoffitto

Per quel che riguarda le attrezzature a soffitto è possibile sfruttare l’indicazione della normativa, che riporta un’altezza utile minima del locale bagno a 2,40m; nel caso di abitazioni con un piano soffitto a quota più alta, a 2,70m, si può pensare di introdurre un controsoffitto funzionale per contenere impianti di aerazione e nuova illuminazione; tale struttura non deve per forza occupare tutto il bagno ma può essere collocata in corrispondenza di percorsi ed elementi importanti come il lavabo o la zona doccia, dove è spesso richiesta la variazione di intensità di luce e di temperatura di colore per ottenere visibilità e attenzioni diverse a seconda delle esigenze della persona nell’arco della giornata. Controsoffitto.jpg

 

Porte scorrevoli o a libro

Un’altra valutazione strutturale rilevante potrebbe essere quella di sostituire la classica porta a battente con una porta scorrevole o a scomparsa, in modo tale da abbattere lo spazio occupato dal raggio di apertura della porta e facilitare l’accesso in ambiente con l’alloggiamento di nuove attrezzature a parete. Nel caso in cui non sia possibile eseguire lavori di ristrutturazione muraria sono disponibili anche porte scorrevoli esterne dalla struttura semplice, funzionale e di rapida istallazione.

 

Vasche e docce

Nel caso di bagni dalla conformazione stretta e lunga si può pensare di sostituire la vecchia vasca con la doccia; più pratica e funzionale, quest’ultima, potrebbe avere un ruolo importante di chiusura all’interno della stanza, sfruttando il lato corto di un bagno (la cui dimensione minima va all’incirca dai 120 ai 170cm) ed alleggerendo il cuore centrale dello spazio bagno caratterizzandolo con lavabo attrezzato e pensili. Per bagni dalla pianta piuttosto quadrata sono consigliate invece le docce ad angolo, soluzioni che permettono di ridurre lo spazio occupato dalla cabina senza perdere funzionalità e comodità. Per chi volesse invece mantenere la vasca esistono modelli ridotti anche a 120x70cm, più profondi e con sedute studiate appositamente per sedute più confortevoli.

Vasca da bagno.jpg

 

Sanitari, lavabi, termoarredi

Il design dei nuovi sanitari e lavabi è sicuramente un aiuto fondamentale per rendere funzionale lo spazio; soluzioni di lavabo con i bordi sottili e sagomati permettono di ottenere profondità minori. Si può pensare inoltre di collocare la rubinetteria a parete o sul bordo laterale del proprio lavabo ed attrezzare invece la parte inferiore con un mobile stretto ed organizzando il muro con pensili e mensole leggere con vari accessori. Bastano pochi accessori, scelti con cura, per personalizzare l’ambiente: l’importante è non sovraccaricare l’arredo con troppi elementi. Vaso e bidet profondi 50 cm sono proposti ormai da moltissimi produttori. Proprio per l’esigenza forte di liberare gli spazi e facilitare le azioni all’interno di un ambiente, esistono sia elementi a terra, che sfruttano lo scarico a pavimento, sia quelli sospesi con lo scarico a parete; questi ultimi sono visivamente più snelli e leggeri e facilitano la pulizia della pavimentazione. Anche la sostituzione del termosifone con il pratico termoarredo è una accorgimento pratico per appoggiare asciugamani ed accappatoio e per ridurre notevolmente lo spazio occupato dal vecchio impianto. Sanitari.jpg

 

Specchi e colori

Un aspetto non banale è l’uso di specchi, possibilmente grandi, il cui effetto è quello di dilatare lo spazio ed alleggerire il campo visivo. Infine la scelta dei colori avrà un ruolo fondamentale: prediligendo i colori chiari, immaginando ad esempio di utilizzare un intonaco bianco e delle piastrelle chiare e brillanti, verranno accentuati i riflessi sulle pareti; l’ambiente non rimarrà mai piatto perché potrà essere caratterizzato ed impreziosito da punti di colore vivace, abbinando la gamma di colori degli asciugamani ai tessuti delle tende, ai vasi ed altri accessori. Specchio.jpg

 

Hai bisogno di un consiglio per rendere funzionale il tuo bagno? Fai una domanda sul FORUM

Vuoi mostrare a tutti come l’hai fatto? Condividilo nell’area delle IDEE 

Hai realizzato un progetto anche tu? Mostraci le tue creazioni e con i concorsi puoi vincere fino a 200€. Scopri i concorsi attivi in questo momento