annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
23 Maggio 2018

Box doccia in cristallo o in acrilico? Guida alla scelta ottimale!

salva

Nella vita arriva sempre quel momento in cui dobbiamo ristrutturare una parte della casa. Che sia la cucina, l’ambiente living o il bagno l’attenzione che si deve porre nella scelta dei materiali e delle finiture ci sottopone sempre a stress non indifferenti. Sono sicuro, che l’idea di cambiare look alle proprie stanze, piaccia a molte persone. Ed è per questo motivo che voglio darvi un aiuto relativo all’ambiente bagno, cercando di rispondere ad un quesito che in molti mi chiedono: box doccia in vetro temperato o in acrilico?

 

box-doccia-porta-scorrevole.jpgIspirazione porta scorrevole - Leroy Merlin

 Acrilico o vetro, la scelta che divide i consumatori

 Nel momento in cui si decide di ristrutturare la stanza da bagno, è importante porre attenzione a tutti gli arredi che intendiamo disporvi all’interno. Non dobbiamo dimenticare di inserire prodotti che creino un legame coordinato tra loro. Non esiste un ordine con il quale scegliere gli arredi, ma prima o poi si arriva a dovere acquistare il box doccia. Una domanda ricorrente che mi viene posta è quella relativa al materiale. In passato l’acrilico era molto utilizzato, ma negli ultimi anni ha subito un drastico calo nelle vendite, poiché a differenza di quello che si possa pensare, è poco sicuro e con il tempo tende ad ingiallire. Il vetro, infatti, viene temperato, ovvero sottoposto a shock termici che gli permettono, in caso di urti, di frantumarsi in mille pezzi.

 

Ma allora perché i box doccia in acrilico, seppure in minima quantità, continuano ad occupare un posto nei lineari dei negozi? L’unico vero vantaggio dell’acrilico è il costo contenuto dato dal minimo spessore. Quindi utile per chiunque debba intervenire con urgenza nel proprio bagno optando per una soluzione temporanea non dispendiosa. In questo caso il box doccia rettangolare scorrevole in acrilico stampato può tornarvi utile qualora aveste un piatto doccia di dimensioni 70x90 cm oppure il box doccia in acrilico su tre lati è indicato per chiunque avesse un piatto doccia libero su tre lati.

 

 box-doccia-porta-pieghevole.jpgIspirazione porta pieghevole - Leroy Merlin

Gli spessori del box doccia: come orientarsi?

 Lo spessore, nel momento in cui si decide di declinare su un box doccia in vetro, è un aspetto di notevole importanza. Esistono soluzioni low-cost caraterizzate da uno spessore di 3 o 4 mm, adatte sicuramente per box doccia usati in bagni di servizio nei quali l’elemento estetico passa in secondo piano. A fare al caso vostro, in questo caso, è sicuramente una porta doccia trasparente in vetro temperato, a voi la scelta se con il profilo bianco o silver, scelta puramente soggettiva e non funzionale. Qualora cercaste soluzioni più robuste, magari da inserire in bagni dalla forte connotazione estetica, il mio consiglio è quello di orientare la vostra ricerca su soluzioni doccia aventi 6 o 8 mm di spessore. Più robusti, conferiscono un plus qualitativo al prodotto, permettendo realizzazioni all’avanguardia quali porte rallentate o profili incassati nel muro.

 

 box-doccia-profilo-nero.jpgIspirazione porta a battente - Leroy Merlin

Vetro extrachiaro, fumé o serigrafato. Quale scegliere e perché?

 Nell’acquisto di un box doccia manca ancora un’ultima valutazione da fare, valutazione che divide i compratori e dà adito a simpatiche discussioni tra le mogli e i mariti: la finitura dei vetri! Ci siamo lasciati alle spalle il vetro con le zigrinature, ormai demodé, per lasciare posto al trasparente e al satinato. Il vetro trasparente extrachiaro o fumé permette di creare una relazione tra le piastrelle dello spazio doccia e il resto della stanza, consigliato per chi decidesse di inserire piastrelle molto belle a tal punto da essere caratterizzanti per l’intero bagno. Se invece foste desiderosi di maggiore privacy, niente paura, perché il vetro può essere anche lavorato inserendo fasce serigrafate oppure potete optare per una doccia satinata, che conferisce un’intimità totale.

 

 Avete già avuto modo di realizzare il vostro spazio doccia? Sono curioso di sapere su quale soluzione avete optato! Lasciatemi un commento raccontandomi il vostro progetto.

Hai realizzato un progetto anche tu? Mostraci le tue creazioni e con i concorsi puoi vincere fino a 200€. Scopri i concorsi attivi in questo momento