annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
6 Luglio 2017

UN BAGNO IN UN RIPOSTIGLIO!

salva

In questo progetto descriverò come sono riuscito a realizzare un bagno lowcost in un ripostiglio inutilizzato.

Vivo in un appartamento su 2 piani, e da tempo desideravo realizzare un secondo bagno in camera da letto.

Ho sfruttato un ripostiglio inutilizzato e dopo essermi fatto passare i tubi e gli scarichi da un muratore, ho cominciato un lavoro di bricolage edilizio molto duro ma anche molto soddisfacente!

 

Questa era la situazione di partenza (post lavori idraulici!)

Immagine 049.jpg

 

Ho cominciato con la realizzazione del muretto necessario ad ospitare la scatola dello scarico e i fissaggi dei sanitari sospesi.

La realizzazione del muretto è stato necesario perché la parete divisoria era troppo sottile. Mettendo la scatola dello scarico al suo interno, avrei rischiato di danneggiarla.

Immagine 048.jpgImmagine 046.jpg

 

Una volta asciutto il cemento, ho iniziato la fase di piastrellatura. In ottica di risparmio, il batiscopa l' ho realizzato tagliando le piastrelle del pavimento avanzate!!! Smiley Felice

Immagine 071.jpgImmagine 072.jpg

 

Per l'istallazione dei sanitari e il fissaggio dei tubi agli scarichi, ho contattato un idraulico di fiducia.

Va bene il risparmio ed il bricolage... Ma certe operazioni più delicate è sempre bene affidarle a chi più competente in materia!

 

A questo punto mi sono sbizzarito con gli arredi.

Non trovando un mobile bagno che soddisfasse le mie esigenze di risparmio e stile, me lo sono costruito da solo acquistando solo un lavabo da incasso e la rubinetteria!!! Il piano l'ho ricavato da una lastra di compensato doppia che ho trattato ed impermeabilizzato prima di vernirciarla a bomboletta...

j 835.jpgquesta è la mia officina personale!!j 872.jpgj 885.jpg

 

La specchiera me la sono realizzata anch'essa da solo! Partendo da una cornice a specchio fatta fare al reparto cornici di Leroy Merlin. Dico me la sono fatta perché l'ho ordinata grezza, appena mi è arrivata l'ho riverniciata dello stesso colore del piano lavello ed ho inserito lateralmente una striscia di led come illuminazione!

casa (20).jpgcasa (21).jpgcasa (22).jpg

 

Il risultato!!! Smiley Strizza l'occhio

 

casa (25).jpg

 

Adesso parliamo della Doccia. Smiley Felice

Ho sfruttato l'angolo più alto del bagno per installare un piatto doccia angolare da 90. Ho completato poi le rifiniture con mattonelle nere da 8 cm di lato e mosaico.

Poiché non avevo molta pendenza, ho dovuto alzare il piatto doccia di 15 cm, per rivestire la base ho utilizzato quindi lo stesso mosaico utilizzato nella doccia. Una toppa progettuale che alla fine si è rivelata una soluzione estetica piacevole!! Smiley Felice

IMG_8064.JPGIMG_8067.JPG

 

Il tocco finale è stato inserire una striscia a led sul lato alto del box doccia.

I led si illuminano automaticamente appena si entra nel box grazie ad un sensore di movimento.

Il sensore si attiva solo se la luce del bagno è spenta poiché è anche crepuscolare.

 

IMG_8068.JPG

 

E questo è il risultato finale...

dicembre 2015 (28).JPGdicembre 2015 (26).JPG

 

Un bagno moderno e funzionale. Con una spesa irrisoria considerando i lavori fai da te!

Smiley Strizza l'occhio

Hai realizzato un progetto anche tu? Mostraci le tue creazioni e con i concorsi puoi vincere fino a 200€. Scopri i concorsi attivi in questo momento

Commenti
ChiccaMorgana

Il lavoro sembra ben fatto, ma ti è mancato il consiglio di un tecnico che ti avrebbe avvisato sul fatto che quel bagno non è a norma, ma abusivo, in quanto non rispetta gli standar igienico sanitari, non vi sono nè finestre nè areazione forzata e non vi è l'altezza media necessaria per avere l' agibilità. Mi spiace...occhi a publicizzarlo in giro...puoi padssare dei guai.

Claudio82

Grazie per la precisazione.

Fortunatamente mi sono premunito prima di mettermi all'opera.

Il locale in questione ha un'altezza media di 2,18 cm. In Toscana il limite per i locali accessori è fissato a 2.10 cm in base ad una recente normativa atta al recupero dell'abitabilità dei sottotetti.

Inoltre come si vede dalla foto, il ripostiglio è dotato di aspiratore interno direttamente collegato da un tubo di aspirazione che sbocca sul tetto con apposita curva antipiogga. Tale lavoro era stato effetuato in  fase di costruzione e regolarmente denunciato.

Non ho reputato necessario aprire una finestra a botola perché si tratta di un bagno di servizio. Tuttavia anche se volessi farlo in futuro, la normativa in vigore dal 2010 consente di farlo senza limitazione alcuna.