annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
17 Aprile 2018

Visioni sul futuro (sostenibile) nel mio giro al Fuorisalone

salva

Mettetevi comodi: scarpe basse e zaino leggero. Venite con me in questo primo giorno di FuoriSalone con destinazione Ventura Centrale e Ventura Future. Ho scelto di partire da qui perché è la zona dove le Accademie e gli allievi delle scuole di design mettono in mostra i propri lavori. Pronti? Vi racconto il mio percorso e se vi sembra interessante, seguite le mie orme: il FuoriSalone continua fino a domenica.

 

ANIMALI FANTASTICI

Prima tappa Ventura Centrale. Per evitare di imbattermi in lunghe code alle 10 sono già in via Ferrante Aporti, proprio nei tunnel dismessi sotto i binari della Stazione Centrale.

Entro nel primo spazio: nel buio mi appaiono creature appese. Sono inventate da un designer svizzero che ha assemblato pezzi di sedie di legno a rappresentare animali fantastici. Tirando gli anelli puoi anche farle muovere come gigantesche marionette.

E' un modo davvero creativo di riutilizzare con ingegno oggetti e ridare vita a vecchi elementi di arredo.

 

Animali Fantastici in materiale di ricicloAnimali Fantastici in materiale di riciclo 

PORTA IL COLORE NELLA TUA VITA

Nel secondo tunnel mi trovo immersa nel colore con un allestimento fatto di volumi bianchi ricoperti di nastri adesivi super colorati.

La cosa che mi ha colpito è come con semplici nastri adesivi colorati si possa ridare vitalità e personalità a qualunque spazio. Immaginate il corridoio anonimo di casa vostra o l'ordinaria porta del bagno dopo il vostro tocco creativo con i nastri adesivi! All'uscita potete chiedere un pezzetto di nastro del vostro colore preferito: per ricordarvi che la vita non è sempre grigia!

 

Porta il colore nella tua vitaPorta il colore nella tua vita

 

VENTURA FUTURE: ECCO LA SPERIMENTAZIONE

Mi sposto a piedi al “Future Dome” in via Paisiello, e inizio ad addentrarmi nel labirinto di stanze che ospitano giovani designer da tutti i paesi del mondo: vedo oggetti ricavati con gli ultimi resti della plastica che non si può riciclare; ascolto uno chef che racconta e mi fa assaggiare il nostro futuro: tutto quello che possiamo coltivare nelle serre sui tetti e sui balconi delle nostre case (e questo possiamo iniziare a farlo già adesso) e mi faccio sorprendere dall'uso del marmo applicato agli oggetti per la tavola.

 

 

Future Dom, in via PaisielloFuture Dom, in via Paisiello 

DAL LOFT ALLA EX FACOLTA' DI FARMACIA

A pochi passi il Loft di via Donatello 36 ospita una collettiva di giovani designer svizzeri e giapponesi. Mi è piaciuta l'idea di trasformare semplici materiali come listelli di legno e tubi di plastica in oggetti: vasi, appendiabiti, lampade e piccole sedute.

Nella ex Facoltà di Farmacia, luogo affascinante e un po' inquietante (ma da vedere), il tema è quello della sostenibilità. La ricerca mira a sperimentare soluzioni originali per diminuire l'impatto ambientale: le alghe che crescono e diventano tessuti; i sacchetti di plastica che si trasformano in collane e spille; i resti della lavorazione del grano che diventano piccole ciotole extra eco.

Il design è anche un gioco: e così ho giocato in un fantastico e irreale laboratorio di chimica, miscelando pigmenti colorati per creare la mia personale pozione.

Un fantastico e irreale laboratorio di chimica all'ex facoltà di farmaciaUn fantastico e irreale laboratorio di chimica all'ex facoltà di farmacia

 

In poche ore e in pochi passi ho visto invenzioni, idee e ingegno, e ho potuto conoscere lo spirito innovativo che percorre tutto il mondo: questo è il Fuorisalone.