annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
22 Dicembre 2016

DesignLab-Lumière: da blogger a designer in poche ore

salva

In questi 7 anni di vita da blogger pensavo ormai di aver fatto tutto: presentare un programma, arrivare a Capo Nord a piedi in Gennaio, vestirmi e truccarmi come una diva anni ’20…ecco, l’idea di trasformarmi in designer per qualche ora e far viaggiare mani e fantasia armata di colla a caldo non mi aveva mai sfiorata, e invece…

 

E invece succede che in un assolato sabato mattina d’inverno mi ritrovo da Open Milano pronta a tutto, con il mio grembiule e i guanti, per imparare come realizzare il portacandele Lumiére progettato dalla giovane e bravissima designer Eleonora Musca. Succede infatti che Leroy Merlin ha creato un progetto creativo e collaborativo con Slow.d nell’ambito del quale sono stati realizzati dai designer degli  oggetti partendo da un’esperienza diretta “liberi di girare per il negozio”. In questo modo oggetti in vendita da Leroy Merlin hanno preso nuova vita. In un secondo momento i progetti sono stati messi online per permettere alle persone di realizzarli in autonomia apportando modifiche creative.

foto1.JPG

Ma torniamo a Lumiére, definirlo portacandele è riduttivo, perché, una volta terminato, in una delle sue numerose varianti, si tratta di un vero e proprio oggetto di design da tenere in casa con orgoglio, perfetto sia come centrotavola per le feste natalizie o le cene più importanti, ma anche come oggetto di arredo in stile industrial. Pensate che per realizzarlo servono solamente dei tubi in rame (di tipo idraulico per intenderci) e del legno, questi come materiali di base.

foto2.JPG

Naturalmente, io che sono una furba, nello scegliere quale variante realizzare ho pensato di fare la genialata e di optare per il progetto più “lineare” di tutti, senza rendermi conto che in realtà era il più complesso da portare a termine e che le mie esperienze in quanto a bricolage si sono limitate, un anno fa all’acquisto di casa mia, nel tagliare il porta sapone per la doccia nella giusta altezza.

La sostanza, ragazzi, è che se ci sono riuscita io, chiunque può tranquillamente realizzare un’opera d’arte in pochi minuti. Si inizia tagliando dei cilindri di legno, per poi avvolgerli in nastro telato. Poi inzia un patteggiamento con la pistola per la colla a caldo che rimane la fedele compagna per tutta la realizzazione del progetto, abbiamo avuto un inizio complesso, ma alla fine siamo riuscite ad amarci e, non so ancora bene, il mio Lumiére è stato portato a termine. Con l’aiuto di Eleonora Musca in persona, ovviamente, un dettaglio importantissimo, perché la sua passione e la sua curiosità nell’osservare come noi tutti partecipanti all’evento abbiamo “aggirato gli ostacoli” della progettualità, ognuno con le proprie tecniche e idee, è stato un bellissimo scambio. Incredibile a dirsi ma adesso che Lumiére troneggia sotto il mio albero di Natale ci sono buone possibilità che io mi dia al bricolage nel tempo libero!

foto4.jpgfoto5.JPG

 

Hai bisogno di un consiglio per realizzare il tuo oggetto di design? Fai una domanda sul FORUM. Vuoi mostrare a tutti come l’hai personalizzato? Condividilo nell’area delle IDEE

 

 

Hai realizzato un progetto anche tu? Mostraci le tue creazioni e con i concorsi puoi vincere fino a 200€. Scopri i concorsi attivi in questo momento