annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
23 Aprile 2018

Torino Giulio Cesare: come realizzare un balcone fiorito

salva

Il sole splende, il caldo è finalmente sbocciato ed è ora di dar colore ai propri terrazzini: a Torino Giulio Cesare abbiamo pensato a come dare qualche consiglio per poter organizzare e addobbare, con vivacissimi fiori, i balconi in città.

La nostra docente Chiara Bolani, appassionata di Fai da Te ed ormai veterana del nostro Spazio del Fare, ha riunito le sue followers e ha organizzato un interessante corso su come realizzare un angolo fiorito sul proprio balcone.

 

1.jpeg

 

Per prima cosa ha spiegato quanto sia importante suddividere lo spazio nel migliore dei modi: non è semplice dedicare la giusta superficie per ogni piantina che si decide di coltivare. Alcune hanno bisogno di estendersi in orizzontale come le piante aromatiche quali salvia, rosmarino, timo, basilico, erba cipollina, maggiorana o le piante decorative come i geranei, le viole del pensiero e le primule; altre invece in verticale come il gelsomino, le rose, l’edera e la bouganville.

 

2.jpeg

 

Bisogna tener conto anche dell’esposizione solare: non tutte le piantine amano il sole e il caldo, anzi… patiscono molto se ne sono totalmente colpite.
L’avreste mai detto che la coloratissima e foltissima ortensia è una di quelle? E l’azalea?
Ebbene si: necessitano di crescere in zone non troppo afose e all’ombra con un terreno abbastanza umido e ricco di sostanze organiche in modo tale da garantire una rigogliosa fioritura.
All’opposto piante come la dalia, la margherita, i garofanini, la lavanda e i geranei preferiscono ‘abbronzarsi’ sin dai primi soli: non hanno particolare bisogno di germogliare in luoghi freschi.

3.jpeg4.jpeg

 

La curiosità delle partecipanti ha portato Chiara a trasformarsi in una vera guida turistica per un tour nelle corsie del reparto giardino dove ha eccellentemente mostrato quali sono i prodotti indispensabili per una buona concimazione e crescita della piccola oasi verde:
- fioriere delle dimensioni adatte al tipo di pianta (volendo se lo spazio a disposizione sul balcone è minimo, si può pensare di ricorrere a vasi in sospensione o portabalconiere);
- tutori e grigliati per far sviluppare le piante che necessitano di espandersi in altezza;
- attrezzi di ogni tipo, riponibili in pratici mobiletti e/o cassapanche;
- terriccio;
- argilla espansa;
- varietà di piante: il consiglio è di scegliere quelle che più si adattano al proprio caso e dunque all’esposizione disponibile, allo spazio e soprattutto al tempo che si ha per curarle. Un segreto? Scegliere piante di diverso portamento e di altezze diverse aiuta a dare un senso estetico migliore per via del senso di movimento che nell’insieme riescono a dare.

 

5.jpeg


Non sono mancate le domande su come creare una fioriera originale e innovativa come quella esposta nel nostro punto vendita: Chiara è stata molto misteriosa e ha lasciato un velo di suspence al gruppo consigliando loro di iscriversi e partecipare al corso di sabato 5 maggio.

 

Tutti pronti per il prossimo incontro?
Visita il nostro calendario corsi e scegli l’appuntamento che più fa per te!

Hai realizzato un progetto anche tu? Mostraci le tue creazioni e con i concorsi puoi vincere fino a 200€. Scopri i concorsi attivi in questo momento