annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
12 Marzo 2018

LAURENTINA: Installare un impianto di irrigazione interrata

salva

Sabato 10 Marzo 2018 a Leroy Merlin Roma Laurentina, è tornato protagonista il mondo giardino, stavolta nella parte più tecnica, perchè grazie a Marco, consigliere di vendita del reparto giardino, abbiamo scoperto come organizzarci per avere un giardino sempre innaffiato anche in nostra assenza, attraverso la creazione di un impianto di irrigazione interrato, senza tubi in vista! 

Dopo le presentazioni iniziali Marco, ci ha illustrato i materiali necessari: irrigatori, raccordi a gomito, tubi tee, elettrovalvole, tubo in polietilene diametro 25mm, presa  a staffa, tubo corrugato, nastro adesivo, ghiaia, gesso, pali in legno e rotolo di teflon.

Per prepararci all'installazione, dobbiamo verificare attraverso l'utilizzo di un secchio la portata dell'acqua apriamo, dunque, il rubinetto dell’acqua del giardino e riempiamo un secchio da 10 litri, cronometriamo il tempo impiegato dall'acqua per riempire il secchio, la pressione dell’acqua deve consentire di riempirlo almeno in 27 secondi, che corrispondono a 22 litri al minuto. Valutata la portata dell’acqua, per creare un efficace impianto di irrigazione divideremo l'area del nostro giardino in piccoli cerchi: circuiti, alimentati separatamente ed alternativamente, riportato su carta il nostro progetto, disegneremo il giardino, creeremo i circuiti con l'ausilio di un compasso ed infine disporremmo gli irrigatori necessari per realizzare il progetto. Riprodotta con il gesso la zona dei circuiti, con la vanga rimuoveremo la terra conservando le zolle così prodotte, inseriremo nelle cavità la ghiaia per facilitare il drenaggio dell'acqua e inizieremo con l'ausilio del nastro teflon l'installazione dei tubi, raccordi e gomiti secondo il progetto iniziale, terminata questa operazione copriremo tutto con le zolle, così da rendere invisibile il sistema di tubi sotterraneo creato.

In base alle nostre preferenze potremmo collegare il tubo di alimentazione dell'impianto al rubinetto presente in giardino ed azionarlo noi manualmente, oppure utilizzare un programmatore, che svolgerà negli orari da noi indicati, l'irrigazione del prato.

Ringraziamo i partecipanti al corso per la loro presenza, il nostro Marco, per aver svolto il corso rendendo una materia così tecnica semplice ed infine la nostra indiscussa fotografa Emanuela, per aver rubato con gli scatti i momenti più belli di questo appuntamento con la voglia di fare, per conoscere e partecipare ai prossimi corsi puoi cliccare qui, ti aspettiamo!

 

3.JPG4.JPG5.JPG6.JPG7.JPG8.JPG

Hai realizzato un progetto anche tu? Mostraci le tue creazioni e con i concorsi puoi vincere fino a 200€. Scopri i concorsi attivi in questo momento