annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
6 Giugno 2017

L’Orto verticale con i pallet è una cosa bella!

salva

Siamo andate al Leroy Merlin di Casalecchio di Reno, Bologna, per imparare con uno dei tanti corsi Leroy Merlin a fare un fantastico orto verticale con i pallet. Ovviamente ci siamo divertite tantissimo e riempite di orgoglio. Ma allora siamo tutti dei maghi del fai-da-te!

 2017May27_leroy_merlin_orto_verticale_0238.jpg

Ci sono due cose che danno una soddisfazione incredibile: non sprecare e vedere il risultato del proprio lavoro manuale, soprattutto se non si è troppo abituati a staccare le dita dal computer. Il corso Leroy Merlin su come costruire un orto verticale unisce perfettamente queste due cose. Sarà stato forse per questo che svegliarsi presto il sabato mattina non è stato un peso: sapevo che avrei imparato qualcosa di nuovo e questo qualcosa avrebbe dato i suoi frutti concreti, evidenti, utili. Evviva!

 

Il materiale principale era ovviamente il pallet. Dico ovviamente perché il pallet è protagonista di cose infinite e bellissime: divani, tavolini, letti, armadi, insomma di tutto. Per la sua versatilità è uno dei materiali principe del diy, non è un caso quindi se mentre ero rapita nel rifinire con la carta vetrata il mio orto verticale, si è avvicinata una signora curiosa di quello che stavamo facendo, ma soprattutto vogliosa di mostrarmi cos’è riuscita a fare lei con il pallet: ha preso il telefono e mi ha mostrato le foto di un’isola per la sua cucina. Fantastico.

 2017May27_leroy_merlin_orto_verticale_0063.jpg

 

Mentre carteggiavo e pennellavo con l’impregnante prima e con la vernice-lavagna poi, la mente era completamente sgombra. Libera dai classici pensieri del devo fare questo e devo fare quello, ma concentrata su quello che stavano facendo le mani, come una sorta di sessione di arti marziali. Non sarà un caso se in Karate Kid il vecchio maestro parlava di “dare la cera e togliere la cera”! Finisce che arriva mezzogiorno e l’orto botanico è praticamente finito. Manco me n’ero accorta che il tempo era volato.

2017May27_leroy_merlin_orto_verticale_0120.jpg

I ragazzi di Leroy Merlin erano super chiari nelle spiegazioni dei vari passaggi e ogni tanto passavano a dare una piccola mano.

Abbiamo iniziato con la carta vetrata, per lisciare un po’ il pallet e rimuovere le schegge. Come secondo magico strumento è arrivata la graffatrice: dire che ero gasata è dire poco, dato che non l’avevo mai usata. Con questa abbiamo fissato il telo pacciamatura nelle incavature del pallet in modo da creare una sorta di “vasi” dove poter inserire le piantine e il terriccio. Poi una passata di impregnante, così da sigillare il legno. Soprattutto se si decide di appendere l’orto verticale all’esterno, in terrazzo, questo passaggio è fondamentale, in questo modo infatti il legno è più resistente. Praticamente avevamo finito: mancava solo la vernice-lavagna così poi con il gesso - bianco o colorato - si possono scrivere i nomi delle piantine che abbiamo piantato (e cancellarli quando cambieranno). Un po’ di argilla espansa sul fondo dei “vasi” di nylon per drenare il terriccio e poi l’ardua scelta delle piante: stavolta abbiamo scelto rosmarino, menta, basilico, salvia e lavanda.

2017May27_leroy_merlin_orto_verticale_0211.jpg

Il magico orto verticale è pronto, fatto e finito.

Soddisfazione a mille, e chi se ne importa se non abbiamo approfittato di qualche ora di sonno in più come tanti pigri sabato mattina, volete mettere la soddisfazione di vedere questa meraviglia uscire dalle nostre manine?

2017May27_leroy_merlin_orto_verticale_0160.jpg

 

Consulta l’elenco dei corsi gratuiti in negozio e iscriviti sul sito.
Fino al 15 luglio condividi con la Community il tuo arredo da esterno realizzato con i pallet e prova a vincere fino a 500 € da utilizzare per i tuoi prossimi progetti. Per partecipare clicca qui.